Afragola, donna uccisa da un colpo di pistola a Capodanno: fermato il nipote

Redazione
02/01/2024

L'uomo indagato per l'omicidio di Concetta Russo si trovava nell'abitazione insieme ad altri parenti. Lo sparo sarebbe partito accidentalmente da una Beretta 84 rubata e detenuta senza licenza.

Afragola, donna uccisa da un colpo di pistola a Capodanno: fermato il nipote

Il nipote di Concetta Russo, la donna rimasta uccisa da un colpo di pistola durante i festeggiamenti di Capodanno nel suo appartamento ad Afragola, è stato fermato con l’accusa di aver sparato il proiettile che ha ucciso la 45enne. L’uomo, 46 anni, si trovava nell’abitazione insieme ad altri parenti. Il colpo sarebbe partito accidentalmente da una pistola rubata e detenuta senza licenza.

È indagato per omicidio colposo, porto abusivo di arma e ricettazione

A eseguire il fermo sono stati i carabinieri di Casoria nella notte dell’1 gennaio, dopo un’attività di indagine durata ore. L’indiziato è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo, porto abusivo di arma in luogo pubblico e ricettazione. L’arma utilizzata, una pistola Beretta modello 84, risultata infatti oggetto di furto. Lo scrive SkyTg24. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’uomo avrebbe sparato accidentalmente alla donna mentre maneggiava una pistola detenuta senza regolare licenza. Colpita alla testa, Concetta Russo, madre di due figli, è deceduta all’ospedale Cardarelli di Napoli.