Alaska Airlines, rilevati difetti sui Boeing 737 Max: interventi su 171 aerei in tutto il mondo

Redazione
09/01/2024

La compagnia sta provando a risolvere i problemi, dopo i fatti di venerdì 5 gennaio quando dopo il decollo di un aereo hanno ceduto il portellone e una parte della fusoliera.

Alaska Airlines, rilevati difetti sui Boeing 737 Max: interventi su 171 aerei in tutto il mondo

È diventato un caso nazionale negli Stati Uniti quello del Boeing 737 della compagnia Alaska Airlines che venerdì 5 gennaio era partito dall’Oregon e destinato in California. Il volo 1282, era stato costretto a un atterraggio d’emergenza poco dopo il decollo da Portland in seguito al distacco di un portellone e di parte della fusoliera. Secondo le prime ricostruzioni i pezzi sarebbero stati assemblati male, con delle viti rimaste “lente”. Un evento che ha fatto scattare l’allarme nel mondo dell’aviazione statunitense, soprattutto in riferimento a quel modello di aereo che già in passato aveva dato qualche perplessità alla sua azienda produttrice, con sede a Seattle.

Nuovi controlli, la Faa mette a terra 171 aerei in tutto il mondo

La Federal Aviation Administration (Faa), l’ente Usa preposto alla sicurezza aerea, ha annunciato di aver ordinato la messa a terra temporanea di alcuni aerei Boeing 737 Max 9 dopo l’incidente. L’amministratore della Faa Mike Whitaker ha spiegato che l’agenzia richiederà ispezioni immediate di alcuni aerei prima che possano tornare in volo. L’ordine riguarda 171 velivoli in tutto il mondo. Attesa la stessa decisione anche dall’Agenzia europea per la sicurezza aerea. Non è solo la compagnia con sede nello Stato di Washington ad aver in dotazione qui veicoli: anche United Airlines ne possiede una flotta di 75, 10 in più di Alaska Airlines. I Boeing 737 Max 9 sono utilizzati anche da Copa Airlines, Aeroméxico e Turkish Airlines.