Alberto Genovese resta in carcere: la decisione del tribunale di Sorveglianza

Redazione
27/10/2023

L'ex imprenditore di Facile.it è stato condannato a sei anni, 11 mesi e 10 giorni per due casi di violenza sessuale con uso di droghe su due modelle. Si attende un nuovo processo per altri reati commessi tra Milano, Ibiza e Formentera.

Alberto Genovese resta in carcere: la decisione del tribunale di Sorveglianza

Alberto Genovese, l’ex imprenditore del web condannato a sei anni, 11 mesi e 10 giorni per due casi di violenza sessuale con uso di droghe su due modelle, deve restare in carcere. Lo ha deciso il tribunale di Sorveglianza di Milano respingendo l’istanza della difesa di affidamento terapeutico. A maggio 2023 il collegio aveva rinviato di almeno altri cinque mesi la decisione, per poter attendere una perizia psichiatrica nel corso di un periodo di osservazione all’interno del carcere di Bollate. Proprio l’equipe psichiatrica del carcere si è occupata di effettuare la valutazione.

Si attende un nuovo processo

Nel frattempo, come riporta Milano Today, la procura di Milano ha chiesto per Alberto Genovese un nuovo processo per sette violenze sessuali aggravate di gruppo, per una tentata violenza sessuale, oltre che per detenzione di materiale pedo-pornografico e intralcio alla giustizia. Tutti i reati sarebbero stati commessi tra Milano, Ibiza e Formentera.