Partita a quattro per Confindustria: in campo anche Marenghi

Alessia Laudati
12/02/2024

Dopo Orsini, Garrone e Gozzi si iscrive alla corsa l'industriale cartario mantovano, uno dei vicepresidenti di viale dell'Astronomia. Da sempre è il candidato preferito del presidente uscente Bonomi. È sposato con Maddalena Morgante, eletta alla Camera nelle fila di Fratelli d’Italia. Il profilo.

Partita a quattro per Confindustria: in campo anche Marenghi

La corsa per la presidenza di Confindustria si fa in quattro. A mezzanotte del 12 febbraio scadono i termi per iscriversi alla partita del post Carlo Bonomi,Alberto Marenghi, attuale vicepresidente della confederazione con la delega per l’organizzazione, lo sviluppo e il marketing, è stato l’ultimo ad aver sciolto la riserva. Se la vedrà con Emanuele Orsini, vicepresidente per il credito, la finanza e il Fisco a viale dell’Astronomia, il ligure Antonio Gozzi, presidente di Federacciai, ed Edoardo Garrone, anche lui ligure e presidente di Erg e Sole 24 Ore. Marenghi, che da sempre è il candidato preferito del presidente uscente Bonomi, ha quindi fatto pervenire alla Commissione di designazione le firme e la documentazione necessaria per partecipare al processo di elezione che prevede che i candidati siano sostenuti da almeno il 10 per cento dei voti rappresentati nell’assemblea o dei componenti del Consiglio generale, con un minimo di 18 espressioni di appoggio per superare la prima fase.

Alberto Marenghi verso la candidatura per la presidenza di Confindustria
Alberto Marenghi con la moglie Maddalena Morganti. (Imagoeconomica).

Dagli esordi nella Cartiera Mantovana alla vicepresidenza di Confindustria: chi è Alberto Marenghi

Marenghi è nato nel 1976 a Mantova e nel 1996, dopo la prematura scomparsa del padre, è stato nominato amministratore delegato di Cartiera Mantovana. Nel 2010 ha fondato Cartiera Galliera, di cui è presidente e amministratore delegato, con sede a Padova e nel 2013 Sumus Italia, di cui è vicepresidente, con sede a Milano. Nel 2001 venne eletto presidente regionale dei Giovani Imprenditori della Lombardia e nel 2008 vicepresidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria. Nel 2014 un passo significativo nella carriera: all’età di 37 anni è stato eletto presidente di Confindustria Mantova, mentre da maggio 2020 è vicepresidente nazionale di Confindustria con delega all’organizzazione, allo sviluppo associativo e al marketing oltre a essere presidente di Confindustria Servizi e di S.I.I. con sede a Bruxelles. Marenghi è il presidente dell’Associazione internazionale Les Henokiens nata nel 1981 che rappresenta società di proprietà della stessa famiglia da almeno 200 anni con nel portfolio 56 aziende nel mondo di cui 13 italiane. «È una grande comunità di aziende e persone, che condividono soprattutto valori umani ricevuti da chi ci ha preceduto e che ci sforziamo di trasmettere», aveva detto dopo la sua elezione nel 2021. Chissà se le aspirazioni di Marenghi possano essere rafforzate dall’essere sposato con Maddalena Morgante, eletta alla Camera alle elezioni politiche del 2022 con Fratelli d’Italia.