Alitalia pronta a volare su Olbia senza contributi dal 17 aprile

Alitalia pronta a volare su Olbia senza contributi dal 17 aprile

09 Aprile 2019 10.04
Like me!

Alitalia intende volare sulle due rotte Olbia-Roma Fiumicino e Olbia-Milano Linate, senza compensazione finanziaria dal prossimo 17 aprile. Lo ha comunicato la stessa compagnia alla Regione Sardegna, in merito all'avvio del nuovo sistema di continuità territoriale area da e per l'Isola.

LEGGI ANCHE: Caos voli in Sardegna, stop di Solinas alla continuità aerea

Alitalia che, ora deve attendere la verifica della Regione sui requisiti della propria proposta, sollecita anche un tavolo tecnico con la Regione e con Air Italy, che ha già formulato la richiesta di poter volare su Olbia senza compensazioni. L'incontro dovrebbe servire, secondo la compagnia, ad «analizzare lo scenario che si è venuto a delineare e per condividere regole precise relative alle modalità di gestione dei voli su Olbia operati dalle due compagnie in continuità territoriale».

LEGGI ANCHE: Le quattro grane della Giunta Solinas

«La decisione di non operare i collegamenti in continuità territoriale su Olbia, tra l'altro così a ridosso della data di avvio dei voli (17 aprile, ndr), comporterebbe conseguenze economiche peggiori rispetto al volare da e per Olbia senza compensazione», fa notare Alitalia in una nota in cui spiega la decisione di volare su Olbia senza le compensazioni economiche previste dal bando sulla continuità territoriale aerea da e per la Sardegna, già assegnato in via provvisoria alla stessa compagnia aerea dallo scorso gennaio, quando ha cominciato a vendere i biglietti. «Ai costi già sostenuti per la distribuzione dei voli sui sistemi, per la forza commerciale sul campo, per il marketing e la comunicazione, per l'assistenza in aeroporto, tutte attività già in fase avanzata di definizione e di implementazione», continua il comunicato, «si dovrebbero aggiungere poi ulteriori costi per rimborsare o riprenotare su altri voli i passeggeri che hanno già acquistato un biglietto, oltre che per la riorganizzazione dei voli e dei turni degli equipaggi. Nell'analisi sono state prese in considerazione anche le performance economiche, sicuramente non positive, degli eventuali collegamenti alternativi a quelli da e per Olbia».

HANNO GIÀ PRENOTATO CON ALITALIA 54 MILA PASSEGGERI

Alitalia, inoltre, sostiene che «la decisione, coerente con quello spirito di servizio che da sempre contraddistingue Alitalia, è stata presa per onorare gli impegni e tutelare migliaia di passeggeri (54 mila, di cui oltre 6 mila provenienti dall'estero) che hanno già prenotato voli Alitalia con arrivo e partenza su Olbia. Alitaliaha poi avviato numerosi contatti con i principali operatori turistici della regione per promuovere la destinazione di Olbia attraverso una serie di attività congiunte sui mercati esteri di maggiore interesse».

UILTRASPORTI: «LA BATTAGLIA DEI CIELI RISCHIA DI PENALIZZARE LA SARDEGNA»

«La Sardegna ha bisogno di chiarezza e certezze e la battaglia dei cieli in corso tra Alitalia e Air Italy rischia di penalizzare la nostra Isola», ha dichiarato il segretario regionale della Uiltrasporti Sardegna William Zonca. «La stagione estiva è alle porte e non siamo ancora in grado di avere uno strumento certo per i collegamenti da e per la Sardegna a garanzia della mobilità dei sardi e allo spostamento dei turisti per i prossimi mesi. Bisogna subito definire l'attuale modello, senza subire diktat dall'Unione europea e senza compagnie low cost che vogliono speculare sulla nostra insularità: le due compagnie aeree attualmente impegnate con le offerte sui voli in continuità trovino immediatamente, attraverso la regia della Regione Sardegna e del ministero dei Trasporti, la sintesi per non creare ulteriori danni alla nostra Isola».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *