Il governo pensa a convertire il prestito ad Alitalia in azioni

05 Aprile 2019 06.07
Like me!

Il Governo aggiunge nuovo tassello per la composizione del puzzle Alitalia. Il consiglio dei ministri ha approvato, all'interno del dl crescita, una norma per consentire di convertire in equity una parte del prestito ponte concesso dallo Stato ad Alitalia e consentire così eventualmente al ministero dell'Economia di entrare nella newco con una quota finora ipotizzata al 15%. Uno step che scioglie anche un nodo politico, visto che proprio sull'ingresso del Tesoro nella compagnia si era creato un attrito tra le spinte del vicepremier Di Maio e le resistenze del titolare dell'Economia Tria. Anche per questo l'articolo in questione è rimasto congelato nelle prime versioni del provvedimento.

TRATTATIVA APERTA PER FS

Questa norma è un passaggio normativo necessario, ma non modifica lo stato di avanzamento della trattativa, che vede al momento mancare ancora all'appello un 40% di adesioni alla newco per la nuova Alitalia. Intanto alle Ferrovie dello Stato, che da poco più di 4 mesi stanno lavorando ad una possibile soluzione per salvare l'ex compagnia di bandiera, è stata ufficializzata la proroga di un mese (rispetto al precedente termine del 31 marzo) per presentare l'offerta vincolante necessaria per arrivare al piano industriale: le Fs avevano chiesto altri due mesi di tempo, ma i commissari, sentito il ministero dello Sviluppo economico, hanno ritenuto di limitare la proroga ad un solo mese, indicando nella missiva inviata all'a.d. Gianfranco Battisti la data del 30 aprile.

I POSSIBILI SOCI DELLA NEWCO

Un mese cruciale per il decretare il destino del progetto targato Fs: si tratta di trovare altri possibili partner per la newco, da affiancare a Fs con il 30%, Delta fino al 15% e il Tesoro con il 15%. Fuori confine si guarda a China Eastern (di cui Delta detiene una quota di minoranza), mentre in Italia si punterebbe su Atlantia. Se l'operazione non andasse a buon fine, è sempre alla finestra Lufthansa, con cui ha avuto contatti nei mesi scorsi il sottosegretario ai trasporti Armando Siri, entrato ufficialmente in campo da qualche giorno sul dossier. Intanto Alitalia prosegue l'ottimo trend sul fronte della puntualità: anche a marzo, secondo i dati di FlightStats, si conferma la compagnia più puntuale al mondo con l'89,31% dei voli atterrati in orario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *