Allarme di S&P: «Rischio recessione per Usa e Ue»

Redazione
21/08/2012

Le chance di una nuova recessione negli Stati Uniti sono aumentate. Lo ha affermato martedì 21 agosto l’agenzia di rating...

Le chance di una nuova recessione negli Stati Uniti sono aumentate.
Lo ha affermato martedì 21 agosto l’agenzia di rating Standard & Poor’s, sottolineando di non ritenere che «l’economia americana e quella europea miglioreranno sostanzialmente nel 2013» con l’Ue che rischia come gli Usa di dover fare i conti con una nuova contrazione del Pil.
Una netta presa di posizione non in linea con Moody’s e Fitch che ritengono che l’Italia possa uscire dal tunnel della crisi entro il 2013.
CONDIZIONI DI CREDITO DIFFICILI. «Con l’economia globale che si indebolisce fra considerevoli rischi al ribasso, prevediamo condizioni di credito difficili», si legge in una nota di Standard & Poor’s, secondo la quale «i rischi di una vera ‘doppia recessione’ (o recessione a W, quando dopo una breve ripresa il Pil torna nuovamente in territorio negativo) in Eurolandia restano alti». 
Ad aumentare l’incertezza delle prospettive economiche americane sono il possibile contagio dalla crisi del debito europea, l’economia cinese e il cosiddetto fiscal cliff, ovvero la possibilità che all’inizio del 2013 scattino tagli alla spesa e aumenti delle tasse assieme.