Alluvione Marche, chiusa l’indagine bis per i 23 indagati

Valentina Sammarone
12/02/2024

L'indagine si concentra su presunte negligenze od omissioni riguardanti opere che avrebbero contribuito al rischio di criticità idraulica.

Alluvione Marche, chiusa l’indagine bis per i 23 indagati

La Procura de L’Aquila ha indagato altri 23 soggetti in relazione all’alluvione che ha colpito le Marche la sera del 15 settembre 2022, causando gravi danni e la morte di 13 persone. L’indagine si concentra su presunte negligenze od omissioni riguardanti opere che avrebbero contribuito al rischio di criticità idraulica. Dopo un’indagine preliminare che ha portato a 14 richieste di comparizione per presunti ritardi nell’allarme ai cittadini, i pubblici ministeri hanno concluso un’ulteriore indagine coinvolgendo altre 23 persone. A queste persone sono contestate varie accuse, tra cui la cooperazione nella causazione colposa dell’esondazione dei fiumi Nevola e Misa nella zona di Senigallia, l’omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. Sono in corso le notifiche degli avvisi di indagine ai soggetti interessati.