Amburgo, padre rapisce la figlia e fa irruzione in auto sulla pista dell’aeroporto

Redazione
05/11/2023

L'uomo vuole andare in Turchia con la bimba. In corso negoziazioni. Chiuso ed evacuato lo scalo tedesco. Sullo sfondo una disputa con l’ex moglie per la custodia della minore.

Amburgo, padre rapisce la figlia e fa irruzione in auto sulla pista dell’aeroporto

Sono sospese a tempo indeterminato le operazioni di volo nell’aeroporto di Amburgo: un uomo armato e di origini turche nella serata del 4 novembre ha violato il perimetro di sicurezza dello scalo ed è entrato in auto sulla pista, tenendo in ostaggio la figlia di quattro anni.

Amburgo, padre rapisce la figlia e fa irruzione in auto sulla pista dell’aeroporto. Lo scalo è stato evacuato e chiuso.
Task force della polizia all’aeroporto di Amburgo (Getty Images).

Chiede di essere portato in Turchia con la figlia

Poco dopo le 20 l’uomo è stato avvistato dalle forze di sicurezza all’aeroporto Helmut Schmidt di Amburgo alla guida di un’Audi senza targa davanti al Terminal 1. Dopo essersi allontanato a tutta velocità, ha sfondato il cancello nord con l’auto, dirigendosi verso gli aerei sul piazzale e si è fermato accanto a un aereo passeggeri della Turkish Airlines. Durante l’irruzione ha sparato due volte in aria e lanciato due molotov, esplose senza però causare danni. L’automobile è ancora ferma lì: l’uomo, 35 anni, chiede di essere portato in Turchia con la bambina.

Amburgo, padre rapisce la figlia e fa irruzione in auto sulla pista dell’aeroporto. Lo scalo è stato evacuato e chiuso.
L’aereo della Turkish Airlines fermo in pista e, dietro, l’auto del 35enne (Getty Images).

Per la polizia la situazione è «ancora statica»

Sullo sfondo, ha reso noto la polizia di Amburgo, ci sarebbe una disputa per la custodia della minore: la moglie dell’uomo, residente in Bassa Sassonia, aveva precedentemente contattato la polizia denunciando la sottrazione di minorenne. L’aereo è stato evacuato, così come l’intero scalo. Dopo aver negoziato con l’uomo tutta la notte, alle 6.40 del mattino la polizia ha definito la situazione «ancora statica». Nel pomeriggio l’aggiornamento: «Dobbiamo supporre che l’uomo abbia un’arma da fuoco e probabilmente anche esplosivi di tipo sconosciuto: la nostra priorità è la protezione della bambina che, per quanto ne sappiamo, è in buone condizioni».