Anche i machi piangono

Redazione
12/10/2010

Far commuovere un uomo fino alle lacrime è possibile. Quello che per la maggior parte delle donne è un’illusione, l’impresa...

Anche i machi piangono

Far commuovere un uomo fino alle lacrime è possibile. Quello che per la maggior parte delle donne è un’illusione, l’impresa irrealizzabile da perseguire comunque fino all’ultimo per poter dire “io ce l’ho fatta”, oggi è possibile. Basta scegliere la canzone giusta.
A offrire una speranza anche alle più sentimentali è un studio della Prs for Music, società inglese che si occupa di sondaggi in campo musicale: il sesso forte non sempre riesce a trattenere le lacrime ascoltando una canzone. Il brano che fa cedere anche i più aridi è Everybody Hurts dei Rem, seguito da Tears in Heaven di Eric Clapton e Hallelujah di Leonard Cohen.
A spiegare il “miracolo” sulla rivista musicale britannica New Musical Express (Nme) è Ellis Rich, presidente di Prs: «Un brano con un testo strappalacrime ben scritto è in grado di far immedesimare chi lo ascolta e commuoverlo. Sono le parole di una canzone, più che la musica, a raggiungere la profondità emotiva dell’uomo e a far crollare anche i più forti».
La colonna sonora che ogni macho che si rispetti deve temere comprende anche: in quarta posizione, Nothing Compares di Sinead O’Connor; With or Without You degli U2; The Drugs Don’t Work dei Verve; Candle in the Wind di Elton John; Streets of Philadelphia di Bruce Springsteen; Unchained Melody di Todd Duncan, meglio nota come colonna sonora del film Ghost e Angels di Robbie Williams.
Donne di tutto il mondo, munitevi di playlist e sfidate la natura. O la sorte.

[mupvideo idp=”W7g5YKEEPoI” vid=””]