Ancora polemiche per le primarie di Napoli

Redazione
26/01/2011

Annullare le primarie a Napoli e far scendere in campo una personalità al di sopra di ogni sospetto, come il...

Ancora polemiche per le primarie di Napoli

Annullare le primarie a Napoli e far scendere in campo una personalità al di sopra di ogni sospetto, come il magistrato Raffaele Cantone, che già in pasato era stato ipotizzato come candidato ma non aveva voluto partecipare.
Questa l’ipotesi che il Partito democratico sta prendendo in considerazione, a Roma, per uscire dalla guerra di ricorsi, accuse e veleni scatenati dalla consultazione svoltasi nel capoluogo campano che ha portato alla vittoria dell’europarlamentare Andrea Cozzolino (leggi l’articolo), contestata, dagli altri partecipanti.
ASSEMBLEA SOSPESA Il partito centrale aveva guardato con apprensione alla situazione infuocata dentro il partito partenopeo nella quale il Pd avrebbe dovuto tenersi il 28 e il 29 gennaio l’assemblea nazionale. Per questo il segretario nazionale democratico, Pier Luigi Bersani, ha chiesto di sospendere l’appuntamento: «I problemi che sono emersi a Napoli dopo le primarie non possono condizionare il lavoro che si sta facendo nel Paese per costruire un’alternativa». Per Bersani è necessario «un immediato incontro alla coalizione di centrosinistra che ha organizzato le primarie a Napoli per dare una risposta politica convincente ai problemi emersi dalla consultazione, al di là delle determinazioni procedurali della Commissione di garanzia».
Il presidente del Pd, Rosi Bindi, ha accolto la proposta e ha annunciato che l’assemblea si terrà a febbraio.


Saviano chiede di annullare le primarie

A dare il via alla revisione dell’appuntamento elettorale è stato lo scrittore Roberto Saviano, che, intervistato da Repubblica, ha chiesto di annullare le primarie a Napoli: «Mi pare che le consultazioni si siano svolte nel caos più completo. In alcuni casi, sono stati perfino allontanati i  giornalisti. Mi chiedo perché». Lo scrittore ha rilevato che «hanno votato esponenti del centrodestra, si è parlato di voto a pagamento e di infiltrazioni della criminalità organizzata. Questa situazione va chiarita. Il partito democratico deve essere al di sopra di ogni sospetto».