Andrea Vavassori insultato e minacciato dopo una sconfitta: «Muori all’inferno»

Redazione
16/10/2023

L'amarezza del 28enne torinese, preso di mira dopo un ko a Stoccolma: «Ho giocato una partita fantastica, ma questo è ciò che merito. Grazie». Tra le minacce, anche quelle di malattie o di gravi infortuni.

Andrea Vavassori insultato e minacciato dopo una sconfitta: «Muori all’inferno»

Il tennista italiano Andrea Vavassori ha denunciato sui social network quanto gli è successo dopo una sconfitta. Il 28enne torinese, venerdì 13 ottobre, ha perso ai quarti di finale del Challenger di Malaga contro il connazionale Mattia Bellucci (6-3, 7-5). Un ko amaro, ancora di più perché il giorno dopo, sabato 14, è sceso nuovamente in campo per tentare di raggiungere il tabellone principale del torneo Atp 250 di Stoccolma passando dalle qualificazioni. Pur trattandosi sulla carta di un match agevole, contro il libanese Benjamin Hassan, Vavassori ha perso al tie break del terzo set dopo un match durato tre ore. E dopo aver perso l’incontro, il tennista è stato minacciato e insultato da alcuni utenti su internet.

Andrea Vavassori insultato e minacciato dopo una sconfitta «Muori all'inferno»
Andrea Vavassori (Getty Images).

Insulti e minacce: «Muori all’inferno, tennista corrotto»

Sui suoi profili social, Andrea Vavassori ha fatto i conti con insulti e minacce. C’è chi gli ha scritto: «Muori all’inferno, tennista corrotto». Mentre un altro: «Spero che tu possa romperti entrambe le gambe». Lui stesso lo ha raccontato su Instagram e si è difeso. Il tennista ha dichiarato: «Sono arrivato alle 4 del mattino da Malaga, ho testato le condizioni qui a Stoccolma appena 30 minuti prima della partita. Ho giocato una partita fantastica contro un tennista davvero bravo che alla fine ha giocato in modo fantastico sotto pressione: 3 match point e una partita combattuta fino alla fine. Questo è ciò che merito. Grazie».

Il precedente caso di Maestrelli

Non si tratta della prima volta. Quello di Vavassari ricorda un altro episodio simile. Al 20enne Francesco Maestrelli, infatti, venne contestata una sconfitta con modalità simili. Il giovane tennista lo ha raccontato al Corriere, ricordando alcune delle frasi che gli sono state rivolte. C’è chi gli ha scritto «ritardato» o «bastardo» e «idiota». Chi gli ha rivolto insulti omofobi e chi ha attaccato la sua famiglia: «Spero che tua madre muoia nel dolore più grande per il cancro». A causare insulti e minacce potrebbero essere le scommesse sportive, con la rabbia di chi punta tutto sul tennis e perde centinaia o migliaia di euro.