Andreea Rabciuc, il corpo della ragazza scomparsa da due anni trovato in un casolare nell’Anconetano

Redazione
21/01/2024

Manca l’ufficialità del test del Dna, ma i vestiti accanto al cadavere rinvenuto in una casa di campagna abbandonata corrispondono a quelli indossati dalla giovane la notte tra l'11 e il 12 marzo 2022, quando sparì nel nulla. Il luogo era stato già ispezionato. Il compagno, unico indagato nel caso, si è sempre detto estraneo ai fatti.

Andreea Rabciuc, il corpo della ragazza scomparsa da due anni trovato in un casolare nell’Anconetano

Il cadavere di una donna in stato di decomposizione è stato ritrovato in un casolare tra Jesi e Montecarotto, in provincia di Ancona. I carabinieri ipotizzano si possa trattare di Andreea Rabciuc, la 28enne rumena scomparsa senza lasciare tracce nella notte tra l’11 e il 12 marzo del 2022: solo l’autopsia potrà però confermarlo. A consolidare l’ipotesi degli inquirenti sono i resti di abbigliamento rinvenuti: un giubbotto e le scarpe, compatibili con quelli indossati quella sera.

Andreea Rabciuc, trovato il corpo in un casolare nell'Anconetano. Manca l’ufficialità del test del Dna, ma i vestiti corrispondono.
Il casolare dove è stato trovato il corpo (Ansa).

La notte della scomparsa aveva litigato con il fidanzato

Nella notte della scomparsa, Rabciuc aveva partecipato a un festino in una roulotte parcheggiata nell’aia di una casa di campagna di Montecarotto, nelle campagne della Vallesina, da dove si era allontanata da sola e senza cellulare dopo aver litigato con il ragazzo Simone Gresti. Quest’ultimo, unico indagato nel caso, si è sempre detto estraneo ai fatti. A scoprire i resti è stata la proprietaria di un altro casolare, a breve distanza: il corpo si trovava in una parte del pianterreno, dichiarata inagibile, dove le finestre erano state sfondate. Pare che la struttura fosse stata già controllata senza successo dagli inquirenti.