Appalti G8: assolto Bertolaso, condannati Balducci e Anemone

Appalti G8: assolto Bertolaso, condannati Balducci e Anemone

08 Febbraio 2018 11.24
Like me!

Il Tribunale di Roma, nell'ambito del processo sugli appalti del G8 della Maddalena, ha assolto l'ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso, «perché il fatto non sussiste».

LE CONDANNE PER BALDUCCI E ANEMONE. I giudici hanno invece condannato a 6 anni e 6 mesi l'ex provveditore alle opere pubbliche Angelo Balducci; a 6 anni l'imprenditore Diego Anemome; a 4 anni l'ex generale della Guardia di finanza Francesco Pittorru; a 4 anni e mezzo l'ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana Fabio De Santis.

Assolto. Assolto perchè il fatto non sussiste, nonostante la richiesta di prescrizione. Questo vale come una doppia…

Geplaatst door Guido Bertolaso op donderdag 8 februari 2018

La procura della Capitale aveva chiesto condanne per un totale di 70 anni di carcere, chiedendo di riconoscere l'intervenuta prescrizione per Guido Bertolaso. L'indagine sulla cosiddetta "cricca" del G8 nacque a Firenze nel 2010, poi fu trasferita a Perugia e infine inviata alla procura di Roma per competenza. Gli imputati devono rispondere, a vario titolo, di aver fatto parte di un «sistema gelatinoso» in grado di condizionare l'assegnazione di alcuni dei lavori pubblici più importanti eseguiti in Italia negli ultimi anni. Nel corso della requisitoria, durata oltre tre ore, i pm avevano affermato che questo processo rappresenta «uno dei casi più gravi di corruzione dal Dopoguerra», perché «un intero settore dell'amministrazione dello Stato era condizionato da questa cerchia di persone».

PRESCRITTO IL REATO DI CORRUZIONE. Il Tribunale, tuttavia, ha dichiarato prescritto il reato di corruzione. Mentre sono state condannate le persone ritenute a capo dell'associazione a delinquere. I giudici hanno inoltre disposto una provvisionale da 1 milione di euro che Diego Anemone e Angelo Balducci dovranno pagare al ministero delle Infrastrutture, e di altri 50 mila euro all'associazione Cittadinanzattiva. Anemone e Pittorru dovranno infine risarcire, con 250 mila euro, la presidenza del Consiglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *