Redazione

Apple dice addio ad iTunes e lancia il nuovo sistema operativo Catalina

Apple dice addio ad iTunes e lancia il nuovo sistema operativo Catalina

La piattaforma che ha cambiato il modo di ascoltare le canzoni si divide in tre: Musica, Tv e Podcast. Le novità presentate alla Conferenza degli sviluppatori, che per gli utenti arriveranno in autunno.

04 Giugno 2019 08.11

Like me!

Apple dice addio ad iTunes. Craig Federighi, responsabile software di Cupertino, ha annunciato il “pensionamento” della piattaforma che ha cambiato il modo di ascoltare la musica nel corso della Conferenza degli sviluppatori che ha preso il via in California.

LEGGI ANCHE: Apple e i rischi di una rappresaglia cinese contro gli Usa

ITUNES SI DIVIDE IN TRE

iTunes come lo conosciamo oggi non esisterà più e si dividerà in tre app: Musica, Tv e Podcast. Il cambiamento arriverà con l’aggiornamento del sistema operativo per Mac che si chiamerà Catalina, in onore dell’isola di Santa Catalina, di fronte a Los Angeles. Il sistema è già disponibile per gli sviluppatori, mentre la versione definitiva arriverà in autunno. iTunes, nato per distribuire software alla fine degli Anni 90, si è poi molto “allargato” diventando anche un negozio di canzoni, film e telefilm. E poi ancora un centro per la sincronizzazione di iPhone e iPad e per il download di podcast e videocast. Troppe funzioni per una singola piattaforma.

L’INTUIZIONE DI STEVE JOBS NEL 2003

L’avventura di iTunes è iniziata il 28 aprile del 2003 grazie a un’intuizione di Steve Jobs, che voleva rendere accessibile agli utenti l’acquisto della musica “cannibalizzata” dalla pirateria e da servizi come Napster, e da allora ha dato una grande spinta in termini di guadagni all’intero settore. Le canzoni in formato digitale di iTunes e la possibilità di creare una libreria musicale hanno contribuito a segnare la fine dei cd. A sua volta, iTunes ha iniziato a diventare obsoleto con l’arrivo dei servizi di ascolto in streaming come Spotify.

Il nuovo Apple Mac Pro

IL DEBUTTO DI iOS 13

Durante la Conferenza degli sviluppatori, Apple ha presentato anche iOS 13, nuova versione del sistema operativo per iPhone, disponibile da subito in versione beta ma solo in autunno in versione definitiva. Per la prima volta viene introdotta la modalità “dark mode”, già vista su Mac, in cui l’interfaccia ha uno sfondo scuro per non affaticare la vista. La tastiera diventa “swipe”, cioè è possibile digitare scorrendo da una lettera all’altra senza staccare le dita dallo schermo. Inoltre diventa possibile aprire un’app a velocità doppia rispetto a prima e sbloccare il telefono con il riconoscimento facciale a una velocità superiore del 30%.

LE NUOVE FUNZIONI DI APPLE WATCH

Novità anche per Apple Watch, il cui sistema operativo ora consente di scaricare app direttamente sull’orologio senza passare dall’iPhone, tramite un App Store dedicato. Tra gli altri aggiornamenti le memo vocali, la calcolatrice e un allenatore virtuale per motivare le persone a fare esercizio fisico. Come sempre Watch punta sulla salute. L’orologio sarà infatti in grado di misurare i decibel nell’ambiente in cui la persona che lo indossa si trova e di avvertire quando i rumori possono avere un effetto negativo sull’udito. Per le donne arriva l’app Cycle Tracking, una funzione per tenere traccia delle varie fasi del ciclo mestruale, consultabili insieme a tutti gli altri dati: dai battiti cardiaci all’elettrocardiogramma fino alle fasi del sonno.

IPAD SIMILE A UN LAPTOP

Per quanto riguarda invece l’iPad, questo device diventa sempre più simile a un laptop. Il nuovo sofware dedicato iPadOS aumenta le funzionalità multitasking e consente di gestire direttamente i file. Inoltre, il dispositivo ora supporta drive esterni come penne usb e schede sd.

Il nuovo Pro Display Xdr.

SPAZIO ANCHE A MAC PRO E PRO DISPLAY XDR

Alla Conferenza degli sviluppatori c’è stato spazio anche per la presentazione del Mac Pro, il pc più potente realizzato da Apple, e del Pro Display Xdr, uno schermo da 32 pollici che può vantare una risoluzione 6016 x 3384 Retina in 6K. Per entrambi design rinnovato e un prezzo non esattamente popolare: 5.999 dollari il Mac Pro (5.324 euro cira), 4.999 il Pro Display Xdr (4.436 euro circa). Anche questi prodotti saranno disponibili in autunno (guarda le foto).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *