Apple, Samsung pagherà 1 miliardo

Redazione
25/08/2012

Dopo la sconfitta presso il tribunale in sud Corea, Apple ha vinto la sua battaglia sui brevetti contro la Samsung....

Dopo la sconfitta presso il tribunale in sud Corea, Apple ha vinto la sua battaglia sui brevetti contro la Samsung. La società coreana è stata condannata a pagare 1,051 miliardi di dollari di risarcimento. In soli tre giorni di camera di consiglio, i nove giurati della corte californiana di San José hanno emesso il loro verdetto riconoscendo l’azienda asiatica colpevole di aver copiato i software e gli elementi di design denunciati da Apple. L’entità del risarcimento è lontana dai 2,5 miliardi chiesti dalla casa di Cupertino e non incide troppo sui bilanci della Samsung, che comunque ha annunciato che farà appello.
SAMSUNG PREPARA L’APPELLO. Samsung ha annunciato che presenterà appello contro la sentenza. «Presenteremo subito alcune mozioni per ottenere un rovesciamento del verdetto e se non saranno accolte presenteremo ricorso alla Corte d’Appello», si legge in un nota del gruppo sudcoreano che risponde così alla decisione della Corte di San José, in California, che ha stabilito che Samsung ha infranto sei brevetti della Apple, di cui almeno tre volontariamente.
UNA SCONFITTA PER I CONSUMATORI. In precedenza un portavoce della compagnia aveva lamentato che la sentenza rappresenta una «sconfitta per i consumatori americani» perché «riduce l’innovazione e la scelta» e aveva avvertito che non sarà l’ultima parola sulle tante battaglie legali con la Apple aperte nel mondo.
BREVETTI: MULTITOUCH E ZOOM. Fra i brevetti che per i giudici Usa avrebbe infranto la società sudcoreana, prima per vendite di smartphone nel mondo, ci sono quelli relativi al multitouch, allo scroll e ad alcune modalità di zoom e navigazione, oltre al design dei dispositivi mobili. I nove giurati hanno raggiunto il verdetto dopo 22 ore di camera di consiglio: l’unico brevetto, fra quelli che Apple reclamava, che Samsung non ha infranto è quello relativo al design del proprio tablet la forma rettangolare e gli angoli addolciti in una curva non intaccano il brevetto sull’iPad. Apple ha subito applaudito la decisione della giuria: è un «messaggio forte e chiaro: rubare non è giusto».