Apple vince contro Samsung

Redazione
25/08/2012

Nella guerra tra i colossi della tecnologia è stata Apple ad avere la meglio su Samsung. La società sudcoreana  ha...

Apple vince contro Samsung

Nella guerra tra i colossi della tecnologia è stata Apple ad avere la meglio su Samsung.
La società sudcoreana  ha infranto sei brevetti della Mela, di cui almeno tre «volontariamente» e deve così pagare all’azienda di Steve Jobs 1,05 miliardi di dollari, meno dei 2,5 miliardi che Apple aveva richiesto ma decisamente di più di quanto Samsung si attendesse.
Questo quanto deliberato dai giurati, due donne e sette uomini, che sono stati riuniti tre giorni in camera di consiglio a San Jose, in California. Una decisione che ha richiesto uno studio intenso di documenti, design, tecnologie, e un numero imponente di brevetti, sparsi tra l’hardware e il software.
UNICA ECCEZIONE IL TABLET GALAXY. Fra i brevetti infranti dalla società sudcoreana, prima per le vendite di smartphone nel mondo, ci sono quelli relativi al multitouch, allo scroll (ovvero lo scorrimento sul touch screen), ma anche alcune modalità di zoom e navigazione, oltre al design dei dispositivi mobili.
L’unico brevetto – reclamato da Apple – che Samsung non ha infranto é quello relativo al design del proprio tablet, il Galaxy. Infatti la forma rettangolare e gli angoli addolciti in una curva non intaccano il il brevetto sull’iPad.
PLAUDE LA DECISIONE APPLE: «RUBARE NON È GIUSTO». Apple ha accolto positivamente la decisione della giuria. È un «messaggio forte e chiaro: rubare non è giusto».
Samsung, di contro, ha replicato seccamente che il verdetto è una «perdita per i consumatori americani», poichè «riduce l’innovazione e la scelta», sottolineando che «quella della giuria non è l’ultima parola».
SAMSUNG ANNUNCIA IL RICORSO CONTRO LA SENTENZA. L’azienda sudcoreana ha infatti già annunciato il suo ricorso contro la sentenza del tribunale di San Jose.
«Agiremo subito, depositando un ricorso per ribaltare questa decisione e se non ci riusciremo faremo appello», ha affermato Samsung in un comunicato.
Intanto Apple festeggia la vittoria schiacciante, dopo il trionfo a metà in Corea del Sud, dove la corte aveva stabilito che Cupertino aveva infranto due brevetti e Samsung uno. E l’azienda di Jobs ha da brindare: i titoli hanno guadagnato nella contrattazioni after hour anche l’1,8%.
PROCESSO CHIAVE PER IL MERCATO DEGLI SMARTPHONE. Lo scontro fra Apple e Samsung è il primo fra due colossi delle hi-tech a finire in tribunale. Molti osservatori lo hanno descritto come il processo del secolo, in quanto contrappone due dei maggiori attori del mercato da 207,6 miliardi di dollari degli smartphone nel 2012.
Un processo il cui esito può ridisegnare l’intero settore. Al momento gli smartphone Android di Samsung sono fra i più venduti.
Ma, dopo questo verdetto, si attende che la corte si pronunci sul divieto di vendita negli Stati Uniti dei prodotti coreani su cui è stato riscontrato il plagio tecnologico. Questo vincolo limiterebbe la crescita di Samsung e porterebbe in testa alle vendite la Mela.