Arbitro picchiato in Turchia, il presidente Koca squalificato a vita

Redazione
15/12/2023

Il capo dell'Ankaragucu è stato sospeso definitivamente dalla Federcalcio turca dopo il pugno sferrato a Halil Umut Meler. Per il club multa di 60 mila euro e cinque partite a porte chiuse.

Arbitro picchiato in Turchia, il presidente Koca squalificato a vita

Il presidente del club calcistico dell’Ankaragucu, Faruk Koca, è stato squalificato a vita dalla Federcalcio turca in seguito al pugno sferrato lunedì 11 dicembre contro l’arbitro Halil Umut Meler, raggiunto anche da calci da altre due persone mentre si trovava a terra. Le sanzioni a carico dell’Ankaragucu per quanto avvenuto durante la partita di Super Lig contro la Rizespor prevedono, invece, cinque partite a porte chiuse e una multa di 60 mila euro.

Meler: «Koca urlava che mi avrebbe ucciso»

Halil Umut Meler, che è direttore di gara internazionale Elite Uefa, è stato dimesso mercoledì 13 dicembre dall’ospedale e tornerà ad arbitrare. Il campionato di calcio turco, che era stato temporaneamente sospeso, riprenderà il 19 dicembre. A margine dell’aggressione subita, Meler ha raccontato alla stampa: «Il presidente Koca mi ha colpito sotto l’occhio sinistro e mentre ero a terra ho ricevuto anche diversi calci. Koca urlava che mi avrebbe ucciso». A causare la folle reazione del presidente dell’Ankaragucu c’era stato il rigore concesso alla Rizespor al 97esimo e realizzato da Gaich, ex Benevento e Verona, per l’1-1 finale.

Halil Umut Meler è stato dimesso dall’ospedale il 13 dicembre (Getty Images).