Arrestati figlio e avvocato di Sakineh

Federica Zoja
11/10/2010

Prelevati dai servizi iraniani durante un'intervista.

Arrestati figlio e avvocato di Sakineh

Il figlio e l’avvocato di Sakineh Ashtiani, la donna iraniana in prigione perché accusata di adulterio e concorso nell’omicidio del marito, sono stati arrestati dagli agenti dei servizi segreti iraniani.
A rivelarlo l’11 ottobre è stato il sito dell’opposizione Iranpressnews, secondo cui i due uomini, Sajjad Qaderzadeh e Javid Hutan Kian, sono stati prelevati dallo studio dell’avvocato a Tabriz mentre stavano rilasciando un’intervista a due giornalisti tedeschi, anch’essi arrestati.
«È una notizia che occorre innanzitutto verificare, cosa che ovviamente faremo» ha commentato all’agenzia di stampa Ansa il portavoce del ministero degli Esteri italiano Maurizio Massari.
«Continuiamo, naturalmente, a seguire il caso della donna iraniana condannata a morte e della sua famiglia con la massima attenzione e in raccordo con i nostri partner europei» ha aggiunto il portavoce della Farnesina.