Arrestato a Bologna per violenze e minacce alla compagna

Redazione
17/01/2024

È il primo caso in città di fermo in "flagranza differita" con il nuovo Codice Rosso. L'uomo, 42 anni, aveva schiaffeggiato e afferrato per il collo la vittima. Viste le precedenti violazioni dei provvedimenti di allontanamento, i carabinieri sono intervenuti.

Arrestato a Bologna per violenze e minacce alla compagna

Sabato 13 gennaio un uomo italiano di 42 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato a Bologna dai carabinieri per violenze e atti persecutori nei confronti della compagna trentenne. È il primo caso in città di arresto in “flagranza differita“, come previsto dalle nuove norme del Codice Rosso in materia di violenza sulle donne e violenza domestica. Nella mattinata di sabato, la donna ha chiamato il 112 e ha raccontato di essere stata aggredita dal compagno, che era ancora presente nell’abitazione. In un attacco di gelosia, l’uomo l’aveva infatti schiaffeggiata e afferrata per il collo, cercando poi di impedirle di fare una telefonata per chiedere aiuto.

I precedenti dell’uomo, già oggetto di misure cautelari

Dopo il loro intervento, i carabinieri hanno ricostruito che nel 2023 il 42enne era già stato allontanato dall’appartamento dove abitava con la donna. L’uomo era andato poi ad abitare a casa del padre, ma in seguito a comportamenti violenti, era stato raggiunto da un provvedimento cautelare di divieto di avvicinamento anche al genitore. Nella stessa serata di sabato, al fine di tutelare la donna, i militari l’hanno riaccompagnata a casa, trovandovi il compagno, che nel frattempo era rincasato. A quel punto, viste le circostanze e le precedenti violazioni delle misure cautelari, il 42enne è stato arrestato, grazie alla recente entrata in vigore della nuova normativa che ha rafforzato e semplificato l’applicazione del Codice Rosso.