Arrestato il sindaco di Riomaggiore

Redazione
28/09/2010

Abusi edilizi e truffa ai danni dello Stato. Con queste accuse, la squadra mobile di La Spezia ha arrestato il...

Arrestato il sindaco di Riomaggiore

Abusi edilizi e truffa ai danni dello Stato. Con queste accuse, la squadra mobile di La Spezia ha arrestato il sindaco di Riomaggiore, Gianluca Pasini (Partito Democratico), e il presidente del Parco delle Cinque Terre, Franco Bonanini, ex europarlamentare del Pd. Insieme a loro, anche sei impiegati e imprenditori tra cui il comandante della polizia locale e il capo dell’ufficio tecnico di Riomaggiore. Lo scandalo sta mietendo vittime proprio nell’ultima regione del Nord governata dal centrosinistra.
L’indagine della squadra mobile della Spezia ha preso il via nei primi mesi del 2010. Già la scorsa primavera, sulla scorta di alcune denunce e lettere anonime, erano state perquisiti alcuni uffici dell’ente Parco e di alcuni professionisti privati collegati a pratiche edilizie. Le indagini sono proseguite fino agli arresti che sono stati effettuati oggi, 28 settembre, poco dopo l’alba.
Franco Bonanini, 58 anni, nato a Riomaggiore, è presidente del Parco nazionale delle Cinque Terre (patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco dal 1997) dal 1999. L’ultima nomina, la seconda consecuitiva, porta la firma dell’attuale ministro all’Ambiente, Stefania Prestigiacomo. Bonanini è stato anche membro della giunta esecutiva della Federazione italiana parchi e riserve naturali (Federparchi) e ha fatto parte del direttivo nazionale di Legambiente. È stato sindaco di Riomaggiore dal 1990 e, prima ancora, presidente della cooperativa Agricoltura delle Cinque Terre. Due anni fa, era stato candidato nelle liste del Pd per il Parlamento Europeo.