Uccise un uomo e provocò la morte di una donna, arrestato latitante

Redazione
23/12/2023

Il 10 ottobre Guglielmo Ruisi aveva sparato a un 47enne che era alla guida della sua auto. Il mezzo era finito contro il furgoncino di un venditore ambulante, uccidendo un’anziana che stava facendo la spesa. I fatti a Valguarnera Caropepe, in provincia di Enna. Alla base del gesto vecchi dissapori per la realizzazione di un carro di Carnevale.

Uccise un uomo e provocò la morte di una donna, arrestato latitante

È stato arrestato dai carabinieri Guglielmo Ruisi, che era latitante dal 10 ottobre dopo un duplice omicidio avvenuto a Valguarnera Caropepe, nell’Ennese. Imprenditore edile di 51 anni, quel giorno Ruisi aveva sparato e ucciso per strada l’operaio 47enne l’operaio Salvatore Scammacca, che stava guidando la sua auto. Il mezzo, fuori controllo, era finito contro il furgoncino di un venditore ambulante, ferendo a morte una donna che stava facendo la spesa, l’86enne Nunzia Arena.

Ruisi è stato arrestato in un appartamento alla periferia di Catania 

I carabinieri hanno arrestato Ruisi in un appartamento alla periferia di Catania dopo oltre due mesi di indagini. In base agli accertamenti effettuati dalle forze dell’ordine, all’origine della sparatoria ci sarebbe stato un diverbio scoppiato tra Ruisi e Scammacca per un carro di Carnevale non realizzato a dovere nel 2018. A conclusione di questa lite, avvenuta in un bar, Ruisi si era allontanato, probabilmente per recuperare l’arma, e poi a bordo della propria autovettura aveva atteso Scammacca per sparargli a distanza ravvicinata, mentre questi era alla guida del suo veicolo.