Assange, chiuso conto in Svizzera

Redazione
06/12/2010

Il conto bancario di Julian Assange è stato chiuso da Postfinance, la filiale bancaria della posta svizzera.  La decisione sarebbe stata presa...

Assange, chiuso conto in Svizzera

Il conto bancario di Julian Assange è stato chiuso da Postfinance, la filiale bancaria della posta svizzera.  La decisione sarebbe stata presa a causa di «false indicazioni sul domicilio» del fondatore di Wikileaks, che avrebbe indicato Ginevra, informazione poi rivelatasi falsa.
PostFinance ha spiegato che il domicilio in Svizzera è una delle condizioni necessarie per stabilire una relazione commerciale. In mancanza di tale requisito, l’istituto è autorizzato «a chiudere il conto del titolare».
L’indirizzo del conto aperto presso PostFinance era apparso sul sito di Wikileaks come terminale a cui indirizzare le donazioni dirette al Fondo in difesa di Julian Assange e altri membri dell’organizzazione.
Intanto un nuovo allarme su un presunto boicottaggio è arrivato dalla stessa Wikileaks che sul suo account si chiede: «Twitter censura i nostri trend?» Il riferimento è a come vengono chiamate le discussioni, nel gergo del servizio di microblogging. Immediato l’allarme tra le migliaia di sostenitori: «Twitter sta censurando le nostre discussioni, così non ci aiuta», «Aiuto, Twitter ci censura», sono alcuni dei messaggi online.