Asti, sequestrati 500 pasticcini. Erano finti

Redazione
22/08/2012

Un sequestro all’apparenza dolce ma, in realtà, molto amaro per una ditta astigiana di commercio all’ingrosso di giocattoli. Il 22...

Asti, sequestrati 500 pasticcini. Erano finti

Un sequestro all’apparenza dolce ma, in realtà, molto amaro
per una ditta astigiana di commercio all’ingrosso di
giocattoli.
Il 22 agosto la Finanza ha sequestrato oltre 500 finti
pasticcini, tutti di resina plastica, destinati a essere
utilizzati come decorazioni ma, secondo le Fiamme gialle,
pericolosi perché facilmente confondibili con quelli
commestibili.
VIOLATE LE NORMATIVE DI SICUREZZA. La titolare
della ditta è stata denunciata alla procura della Repubblica per
violazione delle normative in materia di sicurezza dei
prodotti.
Secondo quanto hanno rilevato i finanzieri, i finti pasticcini
avevano forma, colori, aspetto, dimensioni e imballaggio
completamente identici a quelli commestibili per cui i
consumatori. 
Il curioso timore della guardia di finanza è stato soprattutto
nei confronti di bambini e anziani che avrebbero potuto
confonderli con quelli veri con il rischio di mangiarli o
succhiarli e, così, di rimanere soffocati o intossicati.