Attacco talebano contro l’esercito pakistano

Redazione
24/12/2010

Giornata di sangue in Pakistan. Almeno 11 membri del Corpo paramilitare di frontiera sono stati uccisi, mentre nove sono stati...

Attacco talebano contro l’esercito pakistano

Giornata di sangue in Pakistan. Almeno 11 membri del Corpo paramilitare di frontiera sono stati uccisi, mentre nove sono stati feriti, in cinque attacchi simultanei in altrettanti posti di blocco dell’esercito nel distretto di Bazai. Gli assalti sono stati sferrati il 24 dicembre da almeno 150 talebani nella regione tribale del Mohmand, vicino al confine con l’Afghanistan. Le fonti ufficiali hanno riferito, inoltre, che negli scontri avrebbero perso la vita anche 24 miliziani. «La regione», ha dichiarato il governatore Amjad Ali Khan, «è a rischo per l’assenza delle forze internazionali. I talebani sono quindi liberi di muoversi con estrema facilità». Solo il 6 dicembre scorso, un attacco suicida contro i quartier generali amministrativi di Mohmand aveva ucciso 43 persone ferendone altre 60.
GLI AIUTI. Nelle stesse ore, gli Stati Uniti hanno autorizzato il versamento al Pakistan di 633 milioni di dollari provenienti dal Fondo di sostegno della coalizione, ente creato all’indomani dell’11 settembre. In una nota l’ambasciata Usa ha ricordato che il denaro rappresenta un aiuto per il Paese nel suo impegno alla lotta al terrorismo. Negli ultimi nove anni, Islamabad ha ricevuto dagli Stati Uniti ben 8760 milioni di dollari