Aurora boreale in Italia: cos’è il fenomeno avvistato nei cieli del Nord

Mancava da secoli nell'atmosfera italiana. Il cielo si è riempito di colonne di un colore rosso profondo. Il tutto è dovuto all'incontro tra le cariche di origini solare e la ionosfera terrestre.

Aurora boreale in Italia: cos’è il fenomeno avvistato nei cieli del Nord

Anche in Italia, eccezionalmente, si può assistere all’aurora boreale, o a qualcosa di simile. Il cielo, infatti, soprattutto al Nord, domenica 5 novembre 2023 si è riempito con delle colonne di un colore rosso profondo che si sono alzate sull’orizzonte a diverse altezze. Si tratta di un fenomeno molto raro per il nostro Paese, dovuto al passaggio della tempesta atlantica in direzione Nord dell’orizzonte. Il fenomeno, così come avviene nel caso della vera aurora boreale, è visibile ad occhio nudo.

L’aurora polare italiana

Più che di una vera e propria aurora boreale, per il fenomeno che sta interessando l’Italia è più opportuno parlare di aurora polare. Questa è dovuta all’interazione di particelle cariche di origini solare, protoni ed elettroni del vento solare, con la ionosfera terrestre, ovvero l’atmosfera tra i 100 e i 500 km. Si tratta di un evento raro per la latitudine italiana dove sembrerebbe mancare infatti da secoli, mentre nei cieli nordici è decisamente più comune.

Il ruolo del sole

Un elemento di grande importanza per l’aurora polare italiana è rappresentato dall’attività del Sole che, in questi giorni, è molto vivace e comporta macchie che compaiono sull’atmosfera solare attraverso brillamenti, vento solare e le aurore polari (come nel caso italiano).

Aurora boreale sulle Dolomiti di Cortina d’Ampezzo
Aurora boreale sulle Dolomiti di Cortina d’Ampezzo (X).