Australian Open, dove vedere la finale tra Sinner e Medvedev

Redazione
26/01/2024

L’azzurro va a caccia del suo primo titolo Slam in carriera. Nell’ultimo atto di Melbourne, in programma domenica 28 gennaio alle 9,30 italiane, affronterà il russo sua bestia nera, ma sconfitto negli ultimi tre incroci.

Australian Open, dove vedere la finale tra Sinner e Medvedev

Appuntamento con la storia. La data da cerchiare sul calendario è domenica 28 gennaio, alle 9.30 italiane. Jannik Sinner infatti, dopo una cavalcata quasi perfetta, andrà a caccia del suo primo titolo Slam in carriera nella finale degli Australian Open. Per raggiungerla ha vinto 18 set sui 19 giocati, prendendosi il prestigioso scalpo del numero 1 al mondo Novak Djokovic, 10 volte vincitore sul cemento di Melbourne. Dall’alto lato della rete troverà il russo Daniil Medvedev, che ha agguantato l’ultimo atto dopo un percorso accidentato che lo ha più volte portato sull’orlo dell’eliminazione. Si tratterà del decimo incontro fra i due, in un testa a testa che vede il 27enne di Mosca in vantaggio sei a tre. Le vittorie di Sinner però sono arrivate di fila negli ultimi tre incontri, tra cui la semifinale alle Atp Finals 2023. Il match sarà in diretta su Eurosport, disponibile su Sky, Dazn e Tim Vision.

LEGGI ANCHE: Sinner, dal ranking ai record: cosa cambia dopo la vittoria con Djokovic

Sinner-Medvedev, il percorso dei due tennisti verso la finale di Melbourne

Prima della semifinale con Djokovic, Sinner non aveva mai perso un set in tutti gli Australian Open. Dopo i primi due turni contro gli olandesi Botic van de Zandschulp e Jesper de Jong, aveva liquidato senza problemi anche l’argentino Sebastián Báez. Il primo ostacolo si era presentato negli ottavi di finale, dove il tabellone gli aveva messo contro il russo Karen Kachanov, numero 15 del seeding. Nessun problema anche in questo caso, con l’incontro chiuso in poco più di due ore e mezza di gioco. Ai quarti, ancora un ragazzo di Mosca, il numero 5 della classifica Atp Andrey Rublev. Dopo aver conquistato il primo set agevolmente, Sinner ha trascinato il secondo parziale al tiebreak, dove si è anche trovato sotto nel punteggio per cinque punti a uno. Il tutto prima di inanellare una serie di sei punti in fila e issarsi sul 2-0, chiudendo poi 6-3 al terzo.

Domenica 28 gennaio alle 9.30 Sinner affronterà Medvedev nella finale degli Australian Open. Ecco dove vederla e le curiosità sul match.
Jannik Sinner festeggia dopo la vittoria contro Djokovic (Getty Images)

Diametralmente opposto invece il cammino di Medvedev, alla sua terza finale agli Australian Open, che però non ha mai vinto. Nel 2021 si era infatti arreso a Djokovic 5-7, 2-6, 2-6, mentre l’anno successivo il sogno di sollevare la coppa si infranse contro Rafael Nadal, capace di rimontare due set di svantaggio e chiudere 6-2, 7-6, 4-6, 4-6, 5-7. Nell’edizione 2024, il 27enne di Mosca ha rischiato l’eliminazione già al secondo turno, quando ha dovuto recuperare due parziali di svantaggio al finlandese Emil Ruusuvuori, chiudendo 6-0 al quinto. Maratona da oltre quattro ore anche nei quarti di finale contro il polacco Hubert Hurcacz, finita a tarda notte 6-4 all’ultimo set per il russo. Il tutto prima di vacillare anche contro Alexander Zverev, che aveva condotto il match 2-0 fino al tiebreak del terzo set prima di arrendersi al quinto.

I precedenti fra i due e i tre successi consecutivi di Sinner

Sinner e Medvedev si sono già incontrati nove volte in carriera, la prima al torneo di Marsiglia del 2020. Al terzo turno il russo si impose 6-1, 6-2 dopo aver perso il primo parziale. La replica arrivò esattamente un anno dopo nello stesso torneo, quando Daniil vinse agevolmente 6-2, 6-4. Il primo match alla pari arrivò sempre nel 2021, alle Atp Finals che Sinner giocò per sostituire l’infortunato Matteo Berrettini. Il russo si impose 7-6 al terzo dopo aver fatto innervosire il pubblico italiano irridendo l’avversario sul campo. Per vedere il primo trionfo dell’altoatesino bisogna aspettare la finale di Pechino 2023, arrivata dopo altre tre vittorie del russo. L’Azzurro ha sollevato la coppa dopo aver strappato la partita in due tiebreak. Tre i set necessari per aver lo scalpo del ragazzo di Mosca a Vienna e Atp Finals: 7-6, 4-6, 6-3 in Austria e 6-3, 6-7, 6-1 a Torino.

LEGGI ANCHE: Australian Open 2024, Bolelli-Vavassori in finale di doppio