Genova, auto inseguita dalla polizia sperona uno scooter: grave il motociclista

La macchina che ha causato l'incidente è stata fermata ed è risultata essere rubata: a bordo due cittadini di origini rumene. Il veicolo viaggiava sulla Sopraelevata e, per sfuggire alle forze dell'ordine, ha svoltato all'improvviso travolgendo il mezzo a due ruote.

Genova, auto inseguita dalla polizia sperona uno scooter: grave il motociclista

Grave incidente sulla Sopraelevata di Genova, dove un’auto inseguita dalla polizia ha speronato uno scooter facendo cadere a terra il motociclista. Quest’ultimo, a seguito dell’impatto, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Martino del capoluogo ligure in codice rosso.

L’incidente all’altezza di via delle Casaccie

Il sinistro si è verificato intorno alle 5.10 dell’8 novembre 2023 all’altezza di via delle Casaccie. Tutto ha avuto origine dall’inseguimento della polizia di un macchina in fuga che, imboccata l’Aldo Moro dal tunnel di via delle Casaccie, ha girato di colpo per cercare di seminare le forze dell’ordine. Nella manovra è stato stretto lo scooter, con l’impatto che ha fatto cadere a terra il motociclista. Sul posto è intervenuto il personale del soccorso medico che, dopo avergli fornito le prime cure, l’ha trasferito in ospedale.

Un tratto della Sopraelevata di Genova
Un tratto della Sopraelevata di Genova (X).

L’auto inseguita era stata rubata: a bordo due cittadini rumeni

Oltre al personale medico, sulla Sopraelevata di Genova sono giunti anche i vigili del fuoco, gli agenti della polizia locale e i carabinieri per effettuare i sopralluoghi necessari e le operazioni di rimozione del mezzo e pulizia della carreggiata. L’auto che ha causato il sinistro è stata fermata da una pattuglia della polizia stradale alla Foce ed è emerso che fosse stata rubata. A bordo c’erano due uomini di origini romene che ora dovranno chiarire la loro posizione. Gravi, inoltre, le ripercussioni al traffico locale, con i mezzi provenienti da Ponente che, per più di un’ora, sono stati obbligati a uscire in piazza Cavour. Le due corsie di marcia sono state riaperte solo intorno alle 7.50.