Babbo Natale poliziotto

Bruno Giurato
25/12/2010

Cronaca surreale: quando la realtà supera la fantasia.

Uno spettro, anzi molti, si aggirano per le redazioni. Tenendo d’occhio le news abbiamo incontrato casi da antologia dell’assurdo. Una collezione di mostruosità, eccentricità, stranezze mischiate al quotidiano, già non troppo ordinario, della cronaca. Tanto per ricordarci che la realtà supera sempre la fantasia.

Il ladro letterato

Alla terza volta che entrava ed usciva da una libreria del centro commerciale Roma Est, i Carabinieri di Tivoli sono intervenuti ed hanno fermato I.A., 46enne di Roma. L’uomo aveva appena ripulito per l’ennesima volta gli scaffali del negozio di libri, nascondendo nei pantaloni alcuni dei volumi più costosi, per eludere i controlli. Una prima perquisizione personale ha permesso di rinvenire alcuni testi, tra cui il nuovissimo Non sono venuto a fare discorsi del premio nobel Gabriel Garcia Marquez. E poi a casa del fermato l’intera collana di Harry Potter, tutte le opere di Giorgio Faletti, ma anche i libri di cucina di Benedetta Parodi e Antonella Clerici. Il topo di libreria è stato così arrestato per furto aggravato ed è ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Roma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

Babbo Natale arresta un mafioso

Carabinieri camuffati da Babbo Natale hanno arrestato un esattore del “pizzo” a Catania, nel parcheggio di un centro commerciale dove si era presentato per incassare il pagamento di un’estorsione per conto del clan mafioso Santapaola. L’indagato, Salvatore Politini, 37 anni, pregiudicato di Belpasso, è stato avvicinato dai finti Santa Claus che offrivano caramelle al pubblico e ammanettato dopo aver ricevuto anche lui un dolcetto. Durante le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Catania, con una microcamera nascosta sono state filmate le fasi salienti della riscossione del “pizzo” che avveniva da anni alla fine di ogni mese con le solite collaudatissime modalità: l’esattore entrava in negozio, passava davanti all’ufficio amministrativo, faceva un segnale al ragioniere il quale prelevava i soldi dalla cassa e glieli consegnava. Politini, già condannato per ricettazione e furto, è ritenuto organico al Clan Santapaola-Ercolano. Il titolare del negozio, che non aveva fatto denuncia, ha assistito all’arresto con sbigottimento. Da oltre dieci anni la mafia lo costringeva a versare 500.000 lire, poi trasformate in 260 euro. Politini aveva in tasca anche 200 euro, frutto del “pizzo” ritirato poco prima in un bar di fronte allo stesso negozio. Anche in questo caso, l’esercente non aveva denunciato e dopo qualche esitazione ha ammesso ai carabinieri di pagare ogni mese l’estorsione al clan Santapaola e ha riferito che Politini, al momento di incassare, questa volta aveva preteso anche un regalo per sé: un panettone artigianale ed un piatto di ceramica artigianale.

Il freddo fa l’uomo ladro

Ruba vecchie auto per trascorrervi la notte. È l’espediente scelto da un ladro, finora sconosciuto, per combattere l’ondata di gelo che si è abbattuta anche su Asti. Almeno tre sono i colpi che ha messo a segno, e in tutti i casi, al mattino, ha abbandonato le vetture senza danneggiarle e senza portare via nulla, tranne naturalmente il carburante necessario per tenere il acceso il riscaldamento. I furti, come ha ricostruito la questura sulla base delle denunce che sono state presentate, avvengono verso le 22. Il ladro freddoloso prende di mira solo vetturevecchie, più semplici da forzare; quindi raggiunge una zona periferica della città, sistema i sedili in posizione orizzontale e si sistema al calduccio fin quando il serbatoio non rimane a secco.

Ordina hashish per posta, arrestato

Aveva pensato che il modo più veloce e sicuro per procurarsi un buon quantitativo di droga fosse quello meno complicato, ovvero farselo spedire via posta. Così F.G., 62 anni, residente a Osio Sotto (Bergamo), si stava preparando a ricevere un particolare pacco regalo, un porta lettere in legno proveniente dall’India. In realtà, l’uomo era interessato ad entrare in possesso di quanto era stato nascosto all’interno: 504 grammi di hashish inseriti nell’intercapedine del portalettere in legno. Il pacco é stato individuato dai cani antidroga in servizio presso il Gruppo Guardia di Finanza di Malpensa. A quel punto, ottenuta l’ autorizzazione della Procura di Busto Arsizio, i finanzieri di Malpensa hanno consegnato il pacco ai colleghi di Treviglio (Bergamo) che, sotto la direzione della Procura di Bergamo, hanno indossato le vesti di corrieri e, muniti di furgone e giubbino, si sono presentati a casa del destinatario. Dopo essersi assicurati che fosse lui l’effettivo destinatario del pacco i militari hanno svelato la loro identità arrestandolo.

Un peloso animale Ufo in Kenya

Uno ”strano” animale pelosissimo si aggira nel parco nazionale del Masai Mara nel sud ovest del Kenya. La creatura, stando a quanto scrive il mensile Oasis, avrebbe «il pelo marrone scuro, lungo e sfumato di grigio, a coprire gli occhi. Due folti baffoni chiari e una lunga barbetta a incorniciarne il muso». L’animale sembrerebbe una sorta di gazzella di Thompson, ma la stranezza, secondo il mensile, sarebbe proprio il pelo che la ricopre, «tanto più lungo del normale da renderla pressoché irriconoscibile. Quasi una criniera leonina sulla testa, e un vello fitto ed ispido sul resto del corpo».