Redazione

I risultati dei ballottaggi delle Comunali 2019 in diretta

I risultati dei ballottaggi delle Comunali 2019 in diretta

Livorno torna al Pd, Ferrara passa a destra dopo 69 anni. A Prato e Reggio Emilia avanti il centrosinistra. Il centrodestra mantiene Potenza. Campobasso al M5s. Esultano sia Salvini che Zingaretti.

09 Giugno 2019 22.15

Like me!

Livorno torna a sinistra, il Pd conferma Prato, Reggio Emilia e Cremona ma perde Ferrara che dopo 69 anni passa ad un sindaco sostenuto da Lega e centrodestra, e Forlì. A Campobasso invece, unico comune in cui correvano a questi ballottaggi delle elezioni comunali, i Cinque Stelle, stando ai primissimi dati, con Roberto Gravina sconfiggono l’alleato di governo Domenica Maria D’Alessandro sostenuta dalla Lega, Fi e Fdi. Questi i primi risultati, ancora parziali, dei ballottaggi di oggi che hanno visto un forte calo dell’affluenza rispetto al primo turno, -16 punti circa.

«Straordinarie vittorie della Lega ai ballottaggi, abbiamo eletto sindaci dove governava la sinistra da settant’anni», esulta il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, seguito poco dopo anche dal segretario del Pd Nicola Zingaretti, a sua volta soddisfatto. La bella giornata di sole e caldo, dopo un maggio molto piovoso, ha spinto fuori città molti elettori. Ed è possibile che molti elettori M5s – il Movimento è andato al ballottaggio (e ha vinto) solo a Campobasso – sebbene ago della bilancia in molte competizioni, abbiano rinunciato ad andare a votare. Il risultato è stato appunto un calo vistoso dell’affluenza alle urne, ovunque consistente, da Nord a Sud.

LA DIRETTA DEI BALLOTTAGGI

01.31 – ZINGARETTI: «L’ALTERNATIVA A SALVINI C’È»

01.03 – POTENZA AL CENTRODESTRA, CAMPOBASSO AL M5S

Confermando una tendenza inaugurata nelle elezioni regionali del 24 marzo scorso – quando il centrodestra ha conquistato per la prima volta la Regione Basilicata – Mario Guarente (Lega) “vede” ormai la vittoria nel ballottaggio per diventare sindaco di Potenza. «Roberto Gravina è il nuovo sindaco di Campobasso, un’altra vittoria importante in un ballottaggio! Buon lavoro a Roberto e a tutta la nuova giunta comunale!», scrive su Twitter il Movimento 5 Stelle.

00.38 – LA SINISTRA PERDE FERRARA PER LA PRIMA VOLTA DAL DOPOGUERRA

Per la prima volta dal dopoguerra il centrosinistra perde Ferrara: il leghista Alan Fabbri è, infatti, il nuovo sindaco della città dopo aver superato al ballottaggio il candidato del Pd Aldo Modonesi. Fabbri si presentava al ballottaggio con un larghissimo vantaggio, dopo essersi fermato a pochi passi dalla vittoria al primo turno. Quarantenne, luogotenente di Salvini in Emilia-Romagna, Fabbri è stato per dieci anni sindaco di Bondeno, nel Ferrarese, per poi essere candidato, cinque anni fa, alla presidenza della Regione dove fu sconfitto da Stefano Bonaccini.

00.23 – I COMUNI ASSEGNATI – RIEPILOGO

Riepilogo dei Comuni assegnati finora secondo Youtrend: Ferrara: CDX Livorno: CSX Prato: CSX Cremona: CSX Cesena: CSX Ascoli Piceno: CDX Reggio Emilia: CSX Avellino: CIV Vercelli: CDX

00.08 – LIVORNO AL CENTROSINISTRA, FERRARA E ASCOLI PICENO ALLA LEGA

Ferrara dopo 69 anni va al centrodestra, Livorno torna al centrosinistra. Ascoli Piceno alla Lega.

23.53 – IL CENTROSINISTRA A UN PASSO DALLA VITTORIA A LIVORNO

Il centrosinistra in forte vantaggio a Livorno: con 78 sezioni scrutate Luca Salvetti è davanti ad Andrea Romiti con il 63% dei voti.

23.40 – CENTROSINISTRA AVANTI A PRATO E REGGIO EMILIA

A Prato e Reggio Emilia sono avanti Matteo Biffoni e Luca Vecchi, entrambi di coalizione centrosinistra.

23.24 – AFFLUENZA ALLE 23, PRIMI DATI AL 52,5%

Alle elezioni per i ballottaggi, alle ore 23, alla chiusura dei seggi, secondo i primi dati (circa metà dei 134 comuni delle regioni a statuto ordinario) ha votato il 52,5 % degli aventi diritto, in forte calo rispetto al primo turno del 26 maggio: allora alla chiusura delle urne l’affluenza fu del 68,2%. Lo rende noto il sito del ministero dell’Interno.

23.01 – URNE CHIUSE: VIA ALLO SPOGLIO

Hanno chiuso alle ore 23 i seggi per i ballottaggi nei 136 comuni chiamati al rinnovo del sindaco e del Consiglio comunale. Non ci saranno exit poll. Dopo il conteggio dei votanti si passerà immediatamente allo spoglio delle schede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *