Bambino di due anni soffocato dalla madre a Frosinone

La 29enne aveva raccontato che il piccolo era stato investito da un'auto pirata. Interrogata dai carabinieri ha confessato di averlo soffocato. 

18 Aprile 2019 08.03
Like me!

Aveva sostenuto, disperata, che suo figlio di appena due anni era morto dopo essere stato investito intorno alle 16 di mercoledì 17 aprile, davanti casa da un pirata della strada in località Volla, a Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone. In realtà è stata lei a ucciderlo soffocandolo. Ad accertare la terribile verità, dopo un lunghissimo interrogatorio nella notte, i carabinieri, che avevano subito dubitato della versione fornita dalla 28enne. Al bambino la donna, che a quanto pare soffre di attacchi di panico e versa in condizioni di difficoltà, avrebbe chiuso la bocca e stretto il collo fino a soffocarlo, per poi cercare di sviare gli investigatori. La donna è stata trasferita al carcere romano di Rebibbia con l'accusa di omicidio volontario.

UCCISO PER UN CAPRICCIO

Nel pomeriggio di mercoledì la donna aveva chiamato i soccorsi sostenendo che un'auto impazzita aveva travolto il figlio di appena due anni e poi era fuggita senza prestare alcun soccorso. A nulla è servito l'intervento degli operatori del 118 giunti sul posto: dopo un tentativo di rianimazione, il bambino è deceduto. Gli inquirenti da subito avevano avuto dubbi circa la ricostruzione fornita dalla giovane mamma e per questo avevano fatto rilevamenti anche nell'appartamento. Inoltre, non avevano trovato sul corpo della piccola vittima alcun riscontro di un investimento mentre avevano notato piccole ferite sul collo e sul volto della madre. La donna non sapendo dare una spiegazione credibile su come si fosse procurata quelle escoriazioni, aveva successivamente cambiato versione confessando di essere stata lei a investire accidentalmente il bambino, senza convincere gli inquirenti. Così dopo ore di interrogatorio la donna ha ammesso di averlo soffocato. Avrebbe perso il controllo a causa dell'insistenza del piccolo di tornare a casa dalla nonna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *