Bandiere per Gaza, il Celtic sospende abbonamenti di 250 tifosi

Redazione
03/11/2023

La società ha parlato di «comportamenti inaccettabili non conformi alle norme». Dal 7 ottobre le Brigate Verdi, storico gruppo della curva del club, avevano espresso la loro vicinanza alla causa palestinese.

Bandiere per Gaza, il Celtic sospende abbonamenti di 250 tifosi

Il Celtic ha sospeso gli abbonamenti di circa 250 suoi tifosi per aver esposto bandiere palestinesi o filo-palestinesi nel corso degli ultimi incontri del club scozzese. Il provvedimento è entrato in azione già nel match casalingo dell’1 novembre, vinto contro il St Mirren. Assenti gli esponenti delle Brigate Verdi, storico gruppo organizzato della curva del Celtic raggiunto dal provvedimento del club di Glasgow.

«Comportamenti inaccettabili non conformi alle norme»

La motivazione ufficiale fornita dal club per giustificare il divieto d’accesso al Celtic Park è stata «un’escalation sempre più grave di comportamenti inaccettabili non conformi alle norme». Ma i più concordano nel ritenere che la sospensione sia scattata per la presa di posizione della frangia di tifo sul conflitto in Medio-Oriente. Fin dalle prime ore della rappresaglia militare di Tel Aviv, le Brigate Verdi avevano espresso la loro vicinanza alla causa della Striscia di Gaza, esponendo il 7 ottobre due grandi striscioni recanti le scritte «Palestina Libera» e «Vittoria alla Resistenza».