Banksy, opera rubata a Londra un’ora dopo la presentazione

Fabrizio Grasso
22/12/2023

Due uomini hanno abbattuto un cartello stradale nel sud della città su cui l’artista aveva dipinto tre droni militari. Lo stesso autore ne aveva confermato la paternità su Instagram senza però didascalie o spiegazioni.

Banksy, opera rubata a Londra un’ora dopo la presentazione

Nella mattinata di venerdì 22 dicembre, nel Sud di Londra è apparsa un’opera di Banksy. Su un cartello stradale a Peckham, fra Southampton Way e Commercial Way, i passanti hanno potuto infatti scorgere tre velivoli che a prima vista sembrano essere droni militari a guida remota. Lo stesso artista ha confermato la paternità dell’opera con un post condiviso sul profilo Instagram dove conta 12 milioni di follower. Un’ora dopo, tuttavia, l’installazione era già scomparsa. Come riporta il Guardian, infatti, due uomini sono stati visti mentre abbattevano e trafugavano il segnale, un cartello di Stop presso l’incrocio. Secondo gli esperti che studiano da tempo il lavoro di Banksy, è certo che non si tratta di un’idea dello stesso artista.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy)

L’opera trafugata di Banksy somiglia a Civilian Drone Strike del 2017

Analizzando nel dettaglio i tre nuovi droni di Banksy è possibile notare una forte somiglianza con quelli di Civilian Drone Strike del 2017. Sei anni fa, infatti, l’artista disegnò tre velivoli senza pilota mentre erano in procinto di bombardare il disegno infantile di un’abitazione. L’opera, all’asta per Art the Arms Fair, è poi stata battuta per 205 mila sterline (poco meno di 240 mila euro). Banksy, la cui identità potrebbe essere stata rivelata in un documentario della Bbc come Robert Banks, nel 2023 ha svelato varie installazioni nel Regno Unito, tra cui il Valentine’s Day Mascara, un murale di 3,8 tonnellate sul lato di una casa a Margate, nel Kent, presentato il 14 febbraio. L’opera raffigura una casalinga degli Anni 50 con un occhio gonfio e un dente mancante e con indosso un grembiule e guanti in lattice mentre getta un uomo in un congelatore.

Rubata a Londra un'opera di Banksy su un cartello stradale. L'artista ne aveva confermato la paternità appena un'ora prima su Instagram.
L’opera di Banksy Civilian Drone Strike (X).

Sempre nel Kent, Banksy aveva anche rivelato un’opera soltanto dopo averla già distrutta. A marzo infatti aveva annunciato sui social la realizzazione di un murale sulla finestra di una fattoria a Herne Bey, località balneare a sud-est di Londra. Peccato che, però, al momento della presentazione l’abitazione fosse stata già demolita. L’opera, Morning is Broken, raffigurava un adolescente intento a spalancare due tende, mentre il muso di un gattino faceva capolino alla sua sinistra. Non è stata la prima volta che Banksy ha acconsentito la distruzione di una sua opera. Nel 2018 era accaduto lo stesso per Bambina con il palloncino, ridotta a striscioline di carta dopo la vendita all’asta da Sotheby’s.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Banksy (@banksy)