Battaglia tra polizia e pastori a Cagliari

Redazione
19/10/2010

È sfociata in guerriglia urbana la prostesta di un gruppo di manifestanti del movimento “Pastori sardi” che si erano riuniti...

È sfociata in guerriglia urbana la prostesta di un gruppo di manifestanti del movimento “Pastori sardi” che si erano riuniti nel pomeriggio ai piedi del palazzo del Consiglio regionale di Cagliari per chiedere alla terza Commissione consiliare, deputata a legiferare su agricoltura e allevamento, interventi urgenti a sostegno della pastorizia. Un manifestante ha perso un occhio dopo essere stato colpito in pieno volto da un candelotto lacrimogeno. Almeno cinque persone sono state fermate e tre agenti sono stati feriti nei tafferugli.
Una delegazione del Movimento nel primo pomeriggio era entrata a palazzo chiedendo un incontro con i capigruppo dell’assemblea. La contenstazione si è fatta particolarmente tesa quando all’esterno dell’edificio altri allevatori avevano lanciato le aste in plastica delle proprie bandiere contro gli agenti accusandoli di averli colpiti senza motivo. Successivamente le forze di polizia per disperdere i manifestanti che avevano tentato di forzare un ingresso laterale dell’edificio in via Roma tirando bottiglie di vetro, hanno azionato i lacrimogeni.
La protesta aveva avuto un attimo di tregua per consentire di soccorrere una donna e un agente colpiti dai frammenti di una lastra di vetro precipitata da una finestra del quarto piano del palazzo del Consiglio. Poi il confronto è ripreso con slogan e fischi. Diversi manifestanti insanguinati sono stati fatti salire sui cellulari della polizia e almeno cinque persone sono state fermate.