Baudo e Rovazzi, la strana coppia a Sanremo Giovani

19 Dicembre 2018 18.27
Like me!

Una strana coppia la cui alchimia potrebbe però fare faville a Sanremo Giovani. Pippo Baudo e Fabio Rovazzi sono già prontissimi al debutto in tviù alla conduzione della coda del Festival della canzone più famoso d'Italia. Un'intesa che si vede subito nonostante la differenza di età e di esperienza. Ma non solo. «Il difetto di Pippo? È troppo alto. Nelle foto si vede solo lui. Va beh, insieme siamo l'articolo 'il', ma funzioniamo lo stesso: la differenza altimetrica è divertente», ha scherzato. «Ti prendo in giro perché ti voglio bene e mi sei simpatico, una forza importante del nuovo che avanza», ha replicato Baudo al compagno di ventura che replica «tanto fa tutto lui».

GIOVEDÌ 20 E VENERDÌ 21 IN PRIMA SERATA SU RAIUNO

La sera di giovedì 20 e venerdì 21 a saranno al comando, in prima serata su RaiUno dal Casinò della cittadina ligure, del festival nel festival voluto dal direttore Claudio Baglioni che assegna due pass, uno per serata, per entrare direttamente nella rosa dei 24 artisti in gara all'Ariston dal 5 al 9 febbraio (24 è anche il numero dei ragazzi in gara a Sanremo Giovani, 12 a puntata).

IL RITORNO DEL PIPPO NAZIONALE: «QUI PER DIVERTIRMI»

Baudo e Rovazzi: il primo metterà a disposizione l'esperienza di tanti anni di festival (e di talent scout di artisti come Andrea Bocelli, Giorgia, Eros Ramazzotti), l'altro la sua dose di incoscienza e la novità dei linguaggi in musica. «Oggi è più difficile affermarsi – è la considerazione del Pippo nazionale, tornato a Sanremo «per divertirsi» -. Una volta i giovani venivano soltanto qui al festival. C'era il meglio del meglio. Ora ci sono troppi talent, e bisogna dare atto a questi ragazzi di grande coraggio e perseveranza perché si mettono sempre in gioco. La vita degli artisti oggi è fatta di ripetuti tentativi. Il mondo è cambiato e con migliaia di canali tv, è difficile trovare nuovi talenti. Manca la trap? Non è tanto nelle mie corde».

IL DIRETTORE DI RETE FASULO: «LI RIVEDREMO IN COPPIA A FEBBRAIO»

I due escludono un futuro come coppia («ho un'età che non mi permette di sobbarcarmi fatiche eccessive», ha ammesso Baudo), ma è stato il vicedirettore di RaiUno Claudio Fasulo ad annunciare: «Saranno sicuramente parte dell'organico a febbraio, avremo modo di rivederli». E del festival, Fasulo, ha dato qualche prima indicazione: «Stiamo ricalcando, con margine di innovazione, il sentiero tracciato lo scorso anno. Non ci saranno eliminazioni e sulle partecipazioni, stiamo andando verso un cast fatto esclusivamente italiano, perché vogliamo che sia la festa della musica italiana. Per ora non stiamo considerando ospiti stranieri».

I VINCITORI ELETTI DAL TELEVOTO E DALLA GIURIA

A decretare i due vincitori di Sanremo Giovani, oltre alla commissione musicale (per il 40%) e al televoto (30%), è previsto che ci sia la giuria tv (30%) presieduta da Luca Barbarossa, con Annalisa, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. E per la prima volta ha accettato di sedersi al tavolo dei giurati anche Fiorella Mannoia. I giornalisti assegneranno invece i premi della Critica. Nella serata di giovedì l'ospite atteso è Rocco Papaleo, mentre venerdì è in programma la presenza di Marco Giallini ed Edoardo Leo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *