Benzina, commissione per vigilare sui prezzi

Redazione
03/02/2011

Prezzi per benzina e diesel sotto la lente di ingrandimento. Il ministero dello Sviluppo economico ha istituito la Commissione per...

Benzina, commissione per vigilare sui prezzi

Prezzi per benzina e diesel sotto la lente di ingrandimento. Il ministero dello Sviluppo economico ha istituito la Commissione per la valutazione delle dinamiche dei prezzi dei carburanti, con il compito di analizzare l’andamento dei listini e verificare l’ipotizzata esistenza della cosiddetta “doppia velocità” denunciata più volte dalle associazioni dei consumatori.
La richiesta di Adusbef e Federconsumatori è la rapida attuazione di tutti i punti previsti: «la razionalizzazione della rete e l’apertura alla vendita attraverso il canale della grande distribuzione; il blocco settimanale degli aumenti; l’eliminazione della cifra dei millesimi, fuorviante ai fini della comprensione e della comparazione dei prezzi».
Più duro è invece il giudizio del Codacons, secondo il quale, senza reali poteri di intervento, la Commissione rischia di trasformarsi in un organismo inutile, senza alcun beneficio per gli automobilisti. «Non basta accertare l’esistenza della doppia velocità, perché tale fenomeno è già noto e provato», ha spiegato il presidente Carlo Rienzi. «Ciò che serve sono misure efficaci tese a combattere le speculazioni». Il via libera per l’istituzione della Commissione è arrivato dal ministro Paolo Romani che ha firmato il decreto ministeriale necessario alla realizzazione del nuovo organismo che si riunirà per la prima volta entro la fine di febbraio. Alle riunioni periodiche parteciperanno rappresentanti del ministero, del Garante per la sorveglianza dei prezzi, dei consumatori e delle associazioni di categoria delle aziende petrolifere e dei gestori, che potranno segnalare alle autorità competenti eventuali incongruenze sui prezzi tali da violare il regime di concorrenza.