Berlusconi: «Salvini doveva ascoltare i miei consigli»

Il Cav rimprovera il leader del Carroccio per non averlo informato della crisi di governo. Poi avverte: «Lega e FdI? Siamo alleati ma ben distinti».

09 Settembre 2019 15.52
Like me!

Silvio Berlusconi bacchetta Matteo Salvini per la sua gestione della crisi di governo. Il leader leghista «ha aperto la crisi senza informarci di nulla. Se avesse partecipato a qualche riunione in più con noi, se avesse ascoltato di più i miei consigli avrebbe fatto molti meno errori», avrebbe detto il presidente di Forza Italia, secondo quanto riferito da alcuni parlamentari, intervenendo alla riunione dei gruppi azzurri nella Sala della Regina, alla Camera. Sempre Berlusconi – riferiscono le stesse fonti – avrebbe lamentato il fatto che Salvini, dopo la crisi, lo avesse assicurato sul fatto di essere certo che si sarebbe andati comunque al voto. Inoltre, secondo l’ex premier, Salvini lo aveva assicurato sulla presenza di qualche decina di senatori in grado di creare una nuova maggioranza di centrodestra. Due cose che poi non sono accadute, avrebbe detto Berlusconi.

BERLUSCONI SU LEGA E FDI: «SIAMO ALLEATI MA BEN DISTINTI»

Il Cav ha proseguito: «In questi mesi di governo cinque stelle e Lega hanno commesso errori gravissimi. Non si sono comportati bene. Diciamo chiaramente a tutti i nostri elettori che noi non abbiamo votato i loro provvedimenti, che a Matteo Salvini avevamo consentito di fare quell’esperimento solo per evitare che si dovesse tornare a votare a luglio, quando la maggior parte degli italiani sono in vacanza. Gli abbiamo detto per molto tempo di staccare la spina». Quanto al centrodestra nel suo complesso, «è la nostra casa, lo abbiamo creato noi, da qui non ci muoviamo. Ma il centrodestra ha sempre avuto come fulcro, come asse portante, i contenuti liberali, cristiani e riformatori rappresentanti da Fi. Se vogliamo che il centrodestra vinca ancora deve essere di nuovo così. Non ho mai inteso rompere una coalizione che io stesso ho immaginato, le capigruppo e i miei collaboratori si sono fatti interpreti di una mia visione, hanno sempre agito dietro mia indicazione». E su Lega e FdI: «Siamo alleati ma ben distinti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *