Biden attacca Trump: «È la più grande minaccia della nostra democrazia»

Redazione
10/12/2023

Nei giorni scorsi il presidente Usa aveva già detto di vedere nella candidatura del tycoon un rischio per lo Stato di diritto, tanto da essere stata la ragione per cui ha deciso di candidarsi per un secondo mandato.

Biden attacca Trump: «È la più grande minaccia della nostra democrazia»

«La minaccia più grande di tutte di Donald Trump è alla nostra democrazia. Se perdiamo quella perdiamo tutto», così il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha attaccato il suo principale avversario alle elezioni del 2024. Nei giorni scorsi Biden aveva già detto di vedere nella candidatura di Trump un rischio per lo Stato di diritto, tanto da essere la ragione per cui il presidente Usa ha deciso di candidarsi per un secondo mandato. Ma mentre la retorica di Trump sta assumendo toni sempre più autoritari e violenti, gli ultimi sondaggi sulle intenzioni di voto continuano a indicare un vantaggio del tycoon sull’attuale presidente.

Biden: «Trump vuole usare l’esercito per perseguire i suoi avversari»

Durante una raccolta fondi in California per la campagna elettorale, Biden ha spiegato alla folla che Trump rappresenta una minaccia «per i diritti civili, il diritto di voto e per il ruolo dell’America nel mondo». Il presidente ha poi ricordato l’assalto al Campidoglio del 6 gennaio 2021: «Ve lo ricordate seduto nella sala da pranzo fuori dallo Studio Ovale, per ore, mentre guardava alla tv tutto quello che stava accadendo? Trump è stato il primo candidato sconfitto nella storia a rifiutare di accettare la volontà del popolo» e adesso «sta minacciando di usare l’esercito e di metterlo nelle strade per perseguire i suoi avversari». Biden si riferiva all’inchiesta del Washington Post sull’esistenza di un piano, spiegato in via ufficiosa dai collaboratori più stretti di Trump, per utilizzare l’esercito per sedare possibili proteste sin dal primo giorno dopo una sua eventuale rielezione. Trump ha detto pubblicamente di voler utilizzare l’esercito per «ristabilire l’ordine» nelle città gestite dai Democratici. Infine, Biden ha ricordato la promessa del suo predecessore di voler essere un dittatore ma «solo nel primo giorno». «Bene, grazie a Dio, solo per un giorno», ha ironizzato il presidente.

La replica di Trump: «La minaccia è Crooked Joe Biden»

Donald Trump, parlando a un evento del New York Young Republican Club, ha replicato alle affermazioni di Biden dicendo: «Non sono una minaccia. Salverò la democrazia. La vera minaccia è Crooked Joe Biden», ha detto il tycoon utilizzando l’appellativo con cui solitamente definisce “corrotto” l’attuale presidente. «Questa è la loro nuova linea. Ci risiamo: Russia, Russia, Russia, Ucraina, Ucraina, Ucraina. Una bufala dopo l’altra», ha aggiunto Trump. Secondo l’ultimo sondaggio del Wall Street Journal Biden è ai minimi di consenso da quando sono iniziate le rilevazioni sulle intenzioni di voto, mentre il tycoon guida 47 per cento a 43. Sondaggi che devono comunque essere letti con estrema cautela, mancando 11 mesi alle elezioni presidenziali.