Biden: «Senza Trump non so se mi sarei ricandidato»

Redazione
06/12/2023

«La democrazia è a rischio, lui e i suoi alleati vogliono distruggerla. Non possiamo permettere che vinca», ha detto il presidente Usa a un evento di raccolta fondi in Massachusetts. Colto di sorpresa, l’entourage evidenzia: lo ha sempre considerato una minaccia per gli Stati Uniti.

Biden: «Senza Trump non so se mi sarei ricandidato»

Joe Biden ha dichiarato che forse non avrebbe cercato di ottenere un nuovo mandato alla Casa Bianca, se il suo predecessore e già rivale alle elezioni del 2020 Donald Trump non si fosse di nuovo candidato alla presidenza degli Stati Uniti d’America. L’attuale inquilino della White House lo ha detto durante un evento di raccolta fondi, tenutasi in un’abitazione privata fuori Boston, aggiungendo che i democratici «non possono lasciar vincere» il tycoon.

Biden: «Senza Trump non so se mi sarei ricandidato nel 2024». Lo ha detto durante un evento di raccolta fondi a Boston.
Donald Trump (Getty Images).

Biden: «Alle elezioni del 2024 è a rischio la democrazia degli Stati Uniti»

Alle elezioni del 2024 «la democrazia è a rischio», perché Trump e i suoi alleati intendono «distruggere» le istituzioni democratiche, ha detto inoltre Biden. Le parole di “Sleepy Joe” hanno colto di sorpresa gli alti funzionari e consiglieri della sua campagna elettorale, che si sono affrettati a sottolineare come Biden abbia sempre considerato e descritto Trump come una minaccia per il Paese: questo concetto era già stato usato, hanno evidenziato, durante la campagna elettorale del 2020 che poi portò l’ex vice di Barack Obama alla Casa Bianca.

Biden: «Senza Trump non so se mi sarei ricandidato nel 2024». Lo ha detto durante un evento di raccolta fondi a Boston.
Joe Biden (Getty Images).

Il copresidente della campagna elettorale: «Biden ha già battuto Trump e lo farà ancora»

«Il presidente Biden disse nel 2020 che si era candidato per ripristinare l’anima della nostra nazione, decidendo di correre dopo i commenti di Trump su Charlottesville, e giustamente lo considera una minaccia per la nostra democrazia», ha detto alla Cnn il senatore del Delaware Chris Coons, copresidente nazionale della campagna 2024 di Biden. Nel 2017, un suprematista bianco lanciò la sua auto contro una folla di contro-manifestanti a circa 800 metri dal luogo del raduno dell’estrema destra Unite the Right, uccidendo una persona e ferendone 19: Trump non condannò l’accaduto, dicendo che in entrambi gli schieramenti c’erano brave persone. «Il presidente lo ha già battuto e lo farà ancora», ha concluso Coons. A tal proposito, durante l’evento in Massachusetts, Biden ha anche detto di Trump: «Non si è presentato al mio primo insediamento, il che non posso dire sia stata una delusione. Suppongo che non si presenterà neanche al prossimo».

Trump: «Io dittatore? Vorrei farlo per un solo giorno, il primo»

Durante un incontro con gli elettori in Iowa trasmesso da Fox News, Trump ha parlato della sua candidatura e, rispondendo alle accuse dei democratici di voler diventare un dittatore in caso di rielezione, ha detto: «Dittatore? Vorrei farlo per un solo giorno, il primo. Per chiudere il confine con il Messico e per trivellare, trivellare, trivellare», riferendosi ai limiti imposti dalle politiche ambientaliste alle trivellazioni petrolifere: «Sono i democratici che abusano del loro potere, non io». Il tycoon ha poi aggiustato il tiro, spiegando che il primo giorno alla Casa Bianca, nel caso, riprenderà le politiche del precedente mandato.