Bilancio San Raffaele: rischio buco da 11 mln

Redazione
24/08/2012

Dopo una perdita complessiva nel 2011 di 65 milioni di euro e una di 21 milioni per ora stimati nei...

Bilancio San Raffaele: rischio buco da 11 mln

Dopo una perdita complessiva nel 2011 di 65 milioni di euro e una
di 21 milioni per ora stimati nei primi 5 mesi del 2012, il San
Raffaele rischia un ulteriore ‘buco’ di oltre 11 milioni
annui soprattutto per la recente delibera regionale che recepisce
la ‘spending review’.
È quanto hanno comunicato i vertici dell’azienda
ospedaliera ai sindacati, durante un nuovo incontro venerdì 24
agosto, sull’annunciata ma non ancora quantificata riduzione
del personale.
Al vertice ha partecipato anche l’amministratore delegato del
gruppo, Nicola Bedin, che nei prossimi giorni dovrebbe consegnare
ai sindacati un quadro economico e della situazione normativa e
previdenziale del personale più dettagliato.
TAVOLO COI SINDACATI. Il clima è apparso
collaborativo e nuovi incontri informali sono in calendario la
prossima settimana (27 agosto – 2 settembre, ndr), con i
sindacati che da parte loro – una volta avuto il quadro completo
della situazione – potranno presentare proposte che l’azienda
si è impegnata a valutare.
La data entro la quale si attende una decisione è quella del 6
settembre e nessuno – né da parte sindacale né aziendale – al
momento si sente o vuole fare una stima dei ‘tagli’ che
comunque potrebbero essere annunciati, con l’obiettivo per
ora di individuare soprattutto strade che portino a
prepensionamenti o soluzioni il più possibile
‘indolori’.
1.200 INFERMIERI. Nelle strutture del San
Raffaele al momento lavorano circa 4 mila persone: oltre 500
medici, circa 1.200 infermieri più il personale amministrativo,
per la ricerca e di assistenza alle molteplici attività del
gruppo, come prelievi, analisi e diagnostica.