Come Mihajlovic sta guidando il Bologna dall’ospedale

L'allenatore, alle prese con la chemio per curare la leucemia, fa discorsi in video alla squadra, come in Coppa Italia, e segue le partite in streaming. Microfoni, teleconferenze, collaboratori: il suo sistema.

19 Agosto 2019 18.38
Like me!

Come sta Sinisa Mihajlovic? L’allenatore del Bologna è alle prese con la cura della leucemia annunciata in conferenza stampa il 13 luglio 2019: ora l’obiettivo è guarire, come hanno fatto altri atleti (o ex) in passato – per esempio Vialli, Armstrong, Abidal, Acerbi -, ma senza rinunciare al calcio. A distanza infatti il tecnico continua a guidare la sua squadra.

COLLEGATO IN STREAMING E VIA MICROFONO

Lo ha fatto domenica 18 agosto contro il Pisa, in Coppa Italia. Ed è pronto a replicare per l’esordio in campionato, a Verona di fronte all’Hellas, la sera di domenica 25 agosto. Come? Lo ha spiegato il suo collaboratore Emilio De Leo dopo la vittoria 3-0 a Pisa: «Il mister ha fatto il discorso pre-gara alla squadra collegato in video conferenza. L’ho sentito durante l’intervallo e alla fine e ha assistito in tempo reale alla partita collegato in streaming e via microfono con il nostro collaboratore video, che a sua volta comunicava con me in diretta».

PRIMO CICLO DI CHEMIOTERAPIA

Mihajlovic si avvia alla conclusione del primo ciclo di chemioterapia nel reparto di ematologia dell’Istituto Seragnoli del policlinico Sant’Orsola di Bologna, ma continua a seguire le vicende di Casteldebole, il centro tecnico del club.

SUMMIT DI MERCATO PER IL DOPO PULGAR

In ospedale ha tenuto un summit di calciomercato con i dirigenti del Bologna per discutere come intervenire dopo il passaggio del centrocampista Erick Pulgar alla Fiorentina. Nuovi confronti sono in programma visto che il Bologna potrebbe rompere gli indugi e affondare un colpo in entrata per la mediana.

CENTRO TECNICO CABLATO, CHIAMATE E TELECONFERENZE

Mihajlovic, insomma, non ha perso il polso della situazione, nonostante una difficile situazione personale. Ha chiesto e ottenuto che il centro tecnico fosse cablato, per poter vedere in tempo reale tutti gli allenamenti della squadra, ha confronti quotidiani, via telefono o via teleconferenza, con i membri dello staff, i dirigenti e lo spogliatoio. Così continua, seppur a distanza, a guidare la squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *