Bonus trasporti novembre 2023: come richiederlo e a chi spetta

Il ministero dei Trasporti ha stanziato ulteriori 35 milioni di euro a sostegno dei viaggiatori che hanno un reddito inferiore o uguale a 20 mila euro. Restano invariate le modalità di richiesta sul portale ministeriale.

Bonus trasporti novembre 2023: come richiederlo e a chi spetta

Sono stati stanziati dal ministero dei Trasporti altri 35 milioni di euro per il bonus trasporti di novembre 2023, che vanno ad aggiungersi al residuo eventuale dei fondi stanziati a ottobre. La richiesta di accesso al bonus potrà essere effettuata sulla piattaforma digitale ministeriale a partire dalle ore 8.00 di mercoledì 1 novembre.

Bonus trasporti novembre 2023: cos’è e a chi spetta

Il bonus trasporti, anche a novembre 2023, si sostanzia nel contributo statale di massimo 60 euro che, gli aventi diritto, potranno sfruttare per l’acquisto di abbonamenti mensili, validi per più mesi, o annuali. Sul sito del ministero dei Trasporti è presente la lista di tutti i gestori che hanno aderito all’iniziativa. Quanto ai beneficiari della misura, invece, si ricorda che questa è riservata alle persone fisiche con un reddito inferiore o uguale a 20 mila euro. Il contributo di 60 euro può essere richiesto per sé o per un figlio minorenne fiscalmente a carico.

Pullman a Milano
Ragazzi salgono su un pullman a Milano (Imagoeconomica).

Bonus trasporti novembre 2023: come richiederlo

Per ottenere il bonus trasporti novembre 2023 è necessario fare espressa richiesta sul portale dedicato, bonustrasporti.lavoro.gov.it. Dopo aver effettuato l’accesso utilizzando il proprio Spid o la Cie, verrà chiesto il codice fiscale del beneficiario e di spuntare la casella Isee con la quale l’utente autodichiara di avere un reddito inferiore o pari alla soglia stabilita dalla legge. Effettuati questi passaggi occorre inoltrare la domanda. Inutile dire che è necessario il tempismo da parte degli aventi diritto, con la piattaforma che resterà attiva fino all’esaurimento delle risorse economiche.