Boris Johnson e l’asciugacapelli nel naso contro il Covid

Redazione
03/11/2023

L'ex primo ministro britannico aveva fatto circolare un video su You Tube, poi cancellato. Secondo l'ex consigliere Cummings, avrebbe anche chiesto di trovare "un gatto morto", un diversivo per far sparire il Covid dalle prime pagine dei giornali, perché "stufo".

Boris Johnson e l’asciugacapelli nel naso contro il Covid

Prosegue il lavoro della commissione d’inchiesta, presieduta dal giudice Heather Hallett, sulla gestione della pandemia da parte del governo britannico nel 2020. L’allora primo ministro Boris Johnson, in piena emergenza, chiese agli scienziati Chris Whitty e Patrick Vallance se il Covid potesse essere sconfitto soffiando nel naso con un “asciugacapelli”, come riportato dal Guardian. Johnson aveva fatto circolare su YouTube un video, poi cancellato, di un uomo che utilizzava un dispositivo proprio con quello scopo.

Johnson e la strategia del “gatto morto”

Secondo Dominic Cummings, l’ex consigliere senior del primo ministro britannico, Johnson gli aveva anche chiesto di trovare un “gatto morto” per far sparire la pandemia di coronavirus dalle prime pagine dei giornali, perché ne era “stufo”. Il “gatto morto”, o deadcatting, è una sorta di strategia che fa circolare affermazioni particolarmente scioccanti per distogliere l’attenzione da una storia indesiderata.