Ue, Borrell: «Quando troppi morti a Gaza saranno troppi?»

Redazione
22/01/2024

Arrivando al Consiglio Affari esteri a Bruxelles, l'alto rappresentato Ue ha criticato il governo di Netanyahu per opporsi alla soluzione a due Stati: «So che Israele non è d'accordo ma è inaccettabile. Qual è la loro soluzione? Cacciare la gente dalla Striscia?».

Ue, Borrell: «Quando troppi morti a Gaza saranno troppi?»

«La situazione umanitaria a Gaza non potrebbe essere peggiore, non c’è cibo, medicine e le persone sono sotto le bombe. Alcuni ministri accettano che ci sono troppe vittime civili ma quando troppo è troppo? Oggi parleremo anche di questo», lo ha detto l’alto rappresentante Ue Josep Borrell arrivando al Consiglio Affari esteri in programma a Bruxelles il 22 gennaio. Il Consiglio terrà uno scambio di opinioni sulla situazione in Medio Oriente dove, tra gli altri, saranno presenti il ministro degli esteri israeliano e il responsabile esteri dell’Anp.

Borrell: «D’ora in poi si deve parlare di soluzione a due Stati»

«Non è il modo di condurre un’operazione militare, e lo dico nel rispetto delle vittime del 7 ottobre», ha aggiunto. «D’ora in poi si deve parlare di soluzione a due Stati e non processo di pace, le parole sono importanti», ha sottolineato Borrell. «So che Israele non è d’accordo ma è inaccettabile, come ha detto il segretario generale dell’Onu. Quindi dobbiamo discutere. Qual è la loro soluzione? Cacciare la gente da Gaza? Ucciderli tutti? Israele sta suscitando odio per generazioni». E poi: «Hamas è uno degli ostacoli alla soluzione a due Stati, ma non il solo. Dobbiamo lavorare con il mondo arabo e discutere fra noi gli approcci per ottenere passi avanti».