Redazione

Gli indici di Borsa e spread del 13 giugno 2019

Gli indici di Borsa e spread del 13 giugno 2019

Piazza Affari in rialzo. Positivi anche gli altri listini europei. Differenziale Btp-Bund a 262 punti. I mercati in diretta.

13 Giugno 2019 06.03

Like me!

Seduta positiva per la Borsa italiana il 13 giugno 2019. L’indice Ftse Mib ha chiuso le contrattazioni in rialzo allo 0,8%, dopo un’apertura debole (-0,07%). Poco mosse le altre Borse europee: Francoforte ha chiuso in rialzo dello 0,44%, Londra e Parigi piatte (+0,01%).

A Milano Azimut in rialzo di oltre il 3%, Amplifon, Diasorin e Bper di oltre due punti percentuali. Bene anche Leonardo (+1,9% dopo il contratto con il ministero della Difesa), Mediaset (+1,8%) e Pirelli con Enel (+1,7%). Tiene Fca (+0,4%), debole Ferragamo (-1,4%) con Ferragamo che scende del 2,3%.

SPREAD BTP-BUND A 262 PUNTI

Lo spread è in leggero calo. Il differenziale tra Btp e Bund segna 262 punti base, dopo un’apertura a 267, con il tasso di rendimento dei titoli italiani al 2,42%.

MERCATI ASIATICI A RILENTO

Mercati azionari asiatici e dell’area del Pacifico con intonazione negativa sul petrolio che fatica a staccarsi dai minimi degli ultimi cinque mesi e in attesa della misure di Pechino per il rilancio dell’economia cinese. Tokyo ha chiuso in calo dello 0,5%, con Hong Kong che si avvia alla conclusione della seduta in ribasso dello 0,7% mentre tiene Shanghai (+0,05%). Negativa dello 0,3% la chiusura dell’indice generale di Seul ma positivo dello 0,7% il comparto tecnologico, con Sidney piatta e Mumbai che in chiusura perde circa mezzo punto percentuale. In lieve ribasso i futures sull’avvio dei listini europei.

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN TEMPO REALE

17.40 – CHIUSURA BORSA MILANO IN RIALZO

La Borsa di Milano chiude la seduta in rialzo. Il Ftse Mib ha guadagnato lo 0,82% a 20.630 punti.

17.38 – WALL STREET RESTA POSITIVA

Wall Street procede positiva. Il Dow Jones sale dello 0,17% a 26.050,69 punti, il Nasdaq avanza dello 0,40% a 7.822,40 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,19% a 2.885,62 punti.

15.36 – APERTURA WALL STREET IN POSITIVO

Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,31% a 26.090,92 punti, il Nasdaq avanza dello 0,45% a 7.826,98 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,37% a 2.890,05 punti.

15.12 – CON L’ATTACCO IN OMAN IL PETROLIO VOLA A WALL STREET

Il petrolio vola a New York con le esplosioni delle petroliere in Oman. Le quotazioni salgono del 3,56% a 52,96 dollari al barile.

14.42 – MILANO MAGLIA ROSA IN EUROPA, PIATTA PARIGI

Piazza Affari maglia rosa in Europa, dopo la diffusione dei dati macroeconomici degli Stati Uniti. l’indice Ftse Mib guadagna lo 0,7%. Piatta Parigi, dove Renault sale dell’1,3%.

12.32 – AMPLIFON MIGLIORE A PIAZZA AFFARI

Avvicinandosi a metà giornata a Milano il titolo migliore tra quelli a elevata capitalizzazione è Amplifon che sale del 2,5%, seguito da Azimut e Diasorin che crescono di due punti percentuali. Bene anche Enel che sale dell’1,5%. Qualche acquisto sulle banche (Bper e Ubi salgono dell’1,9% dopo una partenza negativa) anche sul risultato dell’asta dei Btp che ha rasserenato ulteriormente il clima sul mercato telematico per i titoli di Stato italiani. Sempre tonica Mediaset che cresce dell’1,4% (con Prosiebensat che a Francoforte scende del 4% anche sullo stacco del dividendo), mentre resta debole Ferragamo in calo dell’1,5%. Tra i gruppi ‘minori’, Banca intermobiliare riduce le perdite della mattinata ma resta debole con un ribasso del 4,7%

12.00 – MILANO INVERTE LA ROTTA

Piazza Affari col segno più, di qualche frazione meglio delle altre Borse europee: l’indice Ftse Mib sale dello 0,7%, Francoforte dello 0,4%, Parigi e Londra segnano un aumento dello 0,2%.

9.20 – APERTURA INCERTA PER LE BORSE EUROPEE

Mercati azionari del Vecchio continente incerti in apertura: Londra scende dello 0,02%, Francoforte dello 0,1% e Parigi in ribasso dello 0,2%.

9.00 – APERTURA DEBOLE PER LA BORSA ITALIANA

Avvio marginalmente negativo per Piazza Affari: il primo indice Ftse Mib segna una perdita dello 0,08%, l’Ftse It All-Share un calo dello 0,07%.

8.00 – LA BORSA DI TOKYO CHIUDE IN RIBASSO

La Borsa di Tokyo termina la seduta in ribasso, seguendo la fase di correzione degli indici azionari Usa, e con gli investitori in Asia che guardano con preoccupazione all’instabilità politica a Hong Kong, dove proseguono le proteste contro la legge sule estradizioni in Cina. Il Nikkei fa segnare una variazione negativa dello 0,56% a quota 21.012,03, cedendo 117 punti. Sul mercato valutario lo yen è stabile a 108,40 sul dollaro, e a 122,30 sull’euro.

02.30 – APERTURA IN CALO DELLA BORSA DI TOKYO

La Borsa di Tokyo apre gli scambi in leggero ribasso, seguendo il ritracciamento degli indici azionari Usa, con gli investitori in Asia che guardano all’instabilità politica a Hong Kong, dove proseguono le proteste contro la legge sull’estradizione in Cina. L’indice di riferimento ieri ha perso quasi il 2%. Il Nikkei segna una variazione negativa dello 0,27% a quota 21.073,701, cedendo 56 punti. Sul mercato valutario lo yen si stabilizza a 108,50 sul dollaro, e a 122,50 sull’euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *