Redazione

Lo spread e la Borsa italiana del 18 giugno 2019 in tempo reale

Lo spread e la Borsa italiana del 18 giugno 2019 in tempo reale

Piazza Affari corre dopo le parole di Draghi sul Qe. Differenziale Btp-Bund in calo a 238 punti. Cina poco mossa. Le quotazioni in diretta.

18 Giugno 2019 06.15

Like me!

L’apertura di Mario Draghi a nuovi stimoli per l’economia e il tweet di Donald Trump sui colloqui col presidente cinese Xi Jinping hanno messo il turbo alle Borse in Europa e Usa.

La Borsa italiana Milano è stata tra le migliori e il Ftse Mib ha chiuso in rialzo dello 2,46%, mentre lo spread si è raffreddato a 242 punti e l’euro si è indebolito a 1,12 sul dollaro. A Piazza Affari hanno brillato Cnh (+4,72% con l’upgrade di Deutsche Bank) e Banca Generali (+4,02%). Sugli scudi tutte le utilities, a partire da Ascopiave (+4,8%) dopo l’annuncio della partnership con Hera (+2,34%). In rialzo ci sono però anche Iren (+4,17%), Saipem (+3,72%), Italgas (+3,59%), Tenaris (+3,18%), A2a (+3,09%) e Snam (+3,04%, ai massimi dalla quotazione), Terna (+2,73%) ed Enel (+2,58%). Bene Creval col nuovo piano (+2,63%). Cedono invece A.S. Roma (-1,57%) con le polemiche per l’addio di Totti che non si placano, e Astaldi (-0,57%) in vista dell’udienza domani in Tribunale. Chiusura in rialzo anche per i principali listini europei: Parigi (+2,2%), Francoforte (+2,03%) e Londra (+1,17%).

LO SPREAD BTP-BUND SCENDE A 238 PUNTI

Lo spread Btp-Bund, che aveva aperto stabile a 254 punti, si è infatti ridotto a quota 238. Si tratta della prima volta da metà marzo scorso. Il rendimento del titolo a 10 anni del Tesoro è in calo al 2,064%. In netta discesa anche il tasso del decennale della Francia che tocca il minimo storico a quota zero.

LE BORSE CINESI CHIUDONO POCO MOSSE

Le Borse cinesi hanno chiuso in leggero rialzo, grazie all’allungo finale: l’indice Composite di Shanghai è salito dello 0,09%, mentre quello di Shenzhen dello 0,16%.

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN TEMPO REALE

17.41 – CHIUSURA BORSA DI MILANO IN RIALZO A +2,46%

La Borsa di Milano chiude in rialzo (+2,46%). L’indice Ftse Mib è a quota 21.133 punti.

15.49 – MILANO CORRE CON DRAGHI, IN LUCE ASCOPIAVE

Corre la Borsa di Milano (+2,2%) sostenuta dalle utilities. Sul Ftse Mib però nessun titolo è in flessione dopo che le parole di Mario Draghi hanno tonificano tutti gli indici in Europa, mentre lo spread si raffredda a 238 punti, col rendimento del Btp decennale al 2,07%. In luce a Milano c’è il titolo di Ascopiave (+5%) dopo la partnership annunciata ieri con Hera (+2,1%). Sugli scudi anche Iren (+4,8%), Italgas (+3,9%), A2a (+3,2%), Enel (+3,1%), Terna (+2,7%) e Snam (+2,8%). In positivo a Piazza Affari pure Banca Generali (+2,8%) e Cnh (+2,8%). Bene il Creval (+3,1%), dopo la presentazione del nuovo piano, e la A.S Roma (+0,2%) mentre non si placano le polemiche per l’addio dell’ex capitano Francesco Totti.

15.30 – MILANO CORRE DOPO DRAGHI

Le Borse europee allungano il passo in linea con l’apertura positiva di Wall Street. Milano corre più delle altre e guadagna il 2%. Parigi è in rialzo dell’1,8%, Francoforte dell’1,5% e Londra dell’1,2%.

11.24 – LE BORSE EUROPEE TUTTE CON IL SEGNO PIÙ

Gli indici delle principali Borse europee sono tutti in crescita: Londra +0,5%, Parigi +0,85%, Francoforte +0,5%, Milano +0,8%.

10.25 – PIAZZA AFFARI GIRA IN RIALZO

Piazza Affari inverte la rotta e segna un +0,4%. Restano in calo Intesa Sanpaolo (-0,68%), Banco Bpm (-0,7%) e Unicredit (-0,6%). Ma accelerano Finecobank (+1,8%), Banca Generali (+2%), Enel (+1,5%).

09.20 – APERTURA POSITIVA PER LA BORSA DI MILANO

La Borsa di Milano apre con il segno più la seduta (+0,03%), ma poi scivola in ribasso e perde lo 0,3%.

08.43 – BORSE ASIATICHE CONTRASTATE

Seduta contrastata per le Borse in Asia. Tokyo ha chiuso in calo dello 0,78%, Hong Kong sta salendo dello 0,84%, Shanghai volatile cede lo 0,1%, Seoul guadagna lo 0,34%. Gli investitori restano alla finestra in attesa di sapere se gli Stati Uniti taglieranno i tassi di interesse in anticipo, da un lato vorrebbero vedere la Fed pronta ad agire dall’altra temono troppi cambiamenti. Intanto a Sintra prosegue il ritrovo annuale della Bce.

06.44 – SHANGHAI E TOKYO NEGATIVE

Le Borse cinesi partono negative: a circa mezz’ora dall’avvio delle contrattazioni, l’indice Composite di Shanghai cede lo 0,13%, a 2.883,76 punti, mentre quello di Shenzhen perde lo 0,37%, a quota 1.496,54. Segno meno anche per Tokyo: l’indice di riferimento Nikkei apre senza particolari variazioni (-0,06%), a quota 21.110,44.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *