Lo spread e la Borsa italiana del 6 aprile 2020

Redazione
06/04/2020

Milano chiude +4%. Brillano le principali piazze europee, più cauta Londra. Differenziale Btp-Bund in calo a 191 punti. La diretta dei mercati.

Lo spread e la Borsa italiana del 6 aprile 2020

Borsa italiana euforica nella seduta del 6 aprile. Milano, dopo una giornata tutta all’insegna del rialzo, ha chiuso a +4% a 17.039 punti con l’Ftse All share a+3,70% a quota 18.565. .

Anche i principali mercati azionari del Vecchio continente hanno terminato tutti molto positivi: Francoforte è stata la miglior Borsa tra le principali europee e ha segnato un rialzo finale del 5,77%, con Parigi in crescita del 4,61%. Solo leggermente più cauta Londra, che ha chiuso in aumento del 3,11%. Wall strett corre: Dow Jones sale del 5,02% a 22.109,15 punti, il Nasdaq avanza del 4,91% a 7.734,88 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 4,94% a 2.611,54 punti.

In Piazza Affari molto bene Campari salita del 10,1%, Intesa cresciuta del 9,7% dopo lo scivolone negli ultimi minuti della seduta di venerdì e Unicredit, che ha chiuso in aumento dell’8,6%. Ingenti acquisti anche su Exor (+8,1%), Leonardo (+7,4%) e Mediobanca, in crescita finale del 7,1%. Bene Fca (+6,7%), lievemente sotto l’indice generale Tim (+3,2%) e Ubi (+2,7%), fiacca Pirelli (+1,2%), piatta Atlantia (+0,3%). In leggero calo Eni (-0,1%), che con Italgas (in controtendenza dell’1,4%) paga anche le incertezze nella ripartenza del prezzo del petrolio.

SPREAD BTP-BUND IN CALO

Lo spread fra Btp e Bund chiude in calo a 191 punti base dai 199 della chiusura di venerdì, con il rendimento del decennale italiano che scende all’1,48%. A spingere giù il differenziale, i dati sui massicci acquisti di titoli da parte della Bce per contrastare l’impatto del coronavirus.

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN DIRETTA

17.45 – WALL STREET BRUCIA LE PERDITE DELLA SCORSA SETTIMANA

Wall Street procede positiva e brucia le perdite della scorsa settimana. Il Dow Jones sale del 5,02% a 22.109,15 punti, il Nasdaq avanza del 4,91% a 7.734,88 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 4,94% a 2.611,54 punti.

17.30 – CHIUSURA BORSA DI MILANO IN RIALZO

Prima giornata di settimana di forte recupero per Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in crescita del 4% netto a 17.039 punti, dopo aver toccato in corso seduta un massimo a quota 17.053.

16.03 – PIAZZA AFFARI ACCELERA ANCORA

I mercati azionari del Vecchio continente ampliano i rialzi: Francoforte sale di oltre il 5%, Madrid del 4,4%, Parigi del 4,2%, Milano del 4% tornando con l’indice Ftse Mib sopra la soglia dei 17mila punti, Londra resta un po’ più cauta e cresce del 2,7%. In Piazza Affari sempre gran corsa per Unicredit, Intesa e Campari, che salgono del 9%. Molto bene anche Leonardo e Mediobanca in aumento di sette punti percentuali. Piatta Eni anche sulle incertezze del prezzo del petrolio.

15.48 – MILANO TORNA AI MASSIMI

La partenza in forte rialzo di Wall street riporta i listini azionari europei ai massimi della giornata: Francoforte sale del 4,8%, Parigi del 3,7%, Madrid del 3,6%, Milano del 3,2% con l’indice Ftse Mib, mentre Londra resta la più cauta in aumento comunque oltre i due punti percentuali. L’ottimismo dei mercati poggia anche sui segnali che a livello europeo siano stati trovati accordi sostanziali per le misure finanziarie a favore degli interventi di sostegno dell’economia per i Paesi più colpiti dal Coronavirus. Il quadro degli operatori è che si parta dal Meccanismo europeo di stabilità con prestiti al 2% del Pil e condizioni uguali per tutte le nazioni, con tassi bassissimi o anche annullati. Poi un piano Ue da oltre mille miliardi, ma con riforme forti chieste ai Paesi che ancora non le hanno affrontate.

15.30 – APERTURA DI WALL STREET IN RIALZO

Wall Street apre in forte rialzo. Il Dow Jones sale del 4,32% a 21.956,98 punti, il Nasdaq avanza del 3,70% a 7.641,83 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 3,87% a 2.585,77 punti.

14.30 – ANCHE LONDRA TORNA IN POSITIVO

Borse europee positive da Parigi (+3,4%) a Francoforte (+3,4%), da Madrid (+3%) a Milano (+2,8%). Sempre in rialzo i futures Usa. Archiviati ordini industriali in calo ma migliori delle stime in Germania e il calo della fiducia economica nell’Ue, i mercati guardano all’Eurogruppo su Mes ed Eurobond. Proseguono gli acquisti sul comparto auto, da Renault (+11,8%) a Volkswagen (+9,2%), Daimnler (+8,3%) e Peugeot (+7,7%), seguite da Bmw (+5,8%), malgrado vendite trimestrali in calo di oltre il 20%.

13.00 – LO SPREAD A 196 PUNTI

Piazza Affari prosegue in rialzo la seduta pur con lo spread in crescita a 196 punti. L’indice Ftse Mib guadagna il 3% a 16.878 punti.

11.30 – MILANO MAGLIA ROSA IN EUROPA

Si livellano al rialzo le borse europee Borse europee a parte Londra (-1,6%), che sconta il ricovero in ospedale del premier Boris Johnson, puntando i riflettori dell’emergenza coronavirus sul Regno Unito. Le migliori sono Milano e Francoforte (+3,5% entrambe), mentre Parigi, e Madrid salgono del 3% circa. Bene i futures Usa, in crescita del 3,7% per il Dow Jones e del 4,2% per il Nasdaq dopo ordini industriali in Germania scesi meno delle stime. In crescita la fiducia del settore delle costruzioni, mentre in Europa è scesa oltre le attese la fiducia dei consumatori in marzo. Gli occhi degli investitori sono puntati sull’Eurogruppo del 7 aprile su Mes ed Eurobond, sui verbali Fed di mercoledì e su quelli della Bce il giorno successivo. In luce il comparto auto, con Peugeot (+8,7%) e Renault (+8,4%) sul podio, seguite da Volkswagen (+7,2%), Daimler (+6,8%) e Bmw (+5,2%), malgrado il calo di oltre il 20% delle vendite trimestrali di quest’ultima.

9.30 – BORSE EUROPEE BRILLANTI IN AVVIO

Apertura brillante per le principali Borse europee. Francoforte guadagna il 3,81% a 9.889 punti, Londra il 2,3% a 5.540 punti e Parigi l’1,84% a 4.298 punti.

9.00 – APERTURA IN FORTE RIALZO PER LA BORSA ITALIANA

Apertura in forte rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib guadagna il 2,59% a 16.808 punti.

8.30 – TOKYO CHIUDE IN NETTO AUMENTO

La Borsa di Tokyo termina la prima seduta della settimana in forte aumento. Gli investitori tornano sul mercato dopo i recenti ribassi in scia ai segnali incoraggianti di una seppur contenuta discesa dei casi di contagi del coronavirus in Europa. Il Nikkei mette a segno un rialzo del 4,24% a quota 18.576,30 con un guadagno di 756 punti. Sul mercato dei cambi lo yen si deprezza sul dollaro, poco sopra quota 109 e sulla moneta unica a 117,80.