Le quotazioni di Borsa e spread del 7 aprile 2020

Redazione
07/04/2020

Milano chiude a +2,19%. Seduta in calo per lo spread.

Le quotazioni di Borsa e spread del 7 aprile 2020

La Borsa italiana (+2,19%) archivia la seduta del 7 aprile in rialzo, in linea con gli altri listini del Vecchio continente, nel giorno della riunione dell’Eurogruppo che deve decidere sulle misure da adottare per contrastare la crisi economica scatenata dalla pandemia del coronavirus.

Anche le Borse europee hanno archiviato la seduta in positivo. I mercati, con una limatura dei rialzi nel finale, hanno guardato anche con grande attenzione all’andamento del petrolio. In terreno positivo Francoforte (+2,79%), Londra (+2,19%), Parigi (+2,12%) e Madrid (+1,5%). Sul fronte valutario in rialzo l’euro sul dollaro a 1,089. A Milano volano Exor (+8,2%) insieme a Cnh (+7,3%) e Fca (+6,5%). Bene anche le banche dove si mettono in mostra Unicredit (+3,4%), Ubi (+2,6%) e Mediobanca (+2%). L’andamento del prezzo del petrolio porta in rialzo Tenaris (+4,6%) ed Eni (+1,2%). Seduta in rosso per Atlantia (-5,5%), nel giorno del cda, Tim (-1,4%), Campari e Terna (-1,1%).

STABILE LO SPREAD

Stabile lo spread tra Btp e Bund che si attesta a 192 punti base con il rendimento del decennale italiano all’1,61%.

GUADAGNI PER LE BORSE CINESI

Le Borse cinesi chiudono la seduta con buoni guadagni sostenute dai rialzi di Wall Street e dalla fiducia di un rallentamento dell’avanzata su scala globale della pandemia del coronavirus: l’indice Composite di Shanghai sale del 2,05%, a 2.820,76 punti, mentre quello di Shenzhen mette a segno un balzo del 3,18%, a quota 1.743,37.

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN DIRETTA

17.30 – LA BORSA ITALIANA CHIUDE IN POSITIVO

La Borsa di Milano chiude in positivo. L’incide Ftse Mib, dopo aver ridotto i guadagni nel finale, chiude le contrattazioni in rialzo del 2,19% a 17.411 punti.

15.31 – RECUPERI PER TUTTI I LISTINI

Piazza Affari vede la fine della fase di ‘orso’ in cui era sprofondata, assieme alle altre Borse mondiali, a causa del coronavirus. Il listino milanese nel corso della seduta ha toccato un rialzo massimo del 5%, che ha portato al 20,1% il recupero messo a segno dal minimo dello scorso 12 marzo. Recuperi analoghi si sono visti a Parigi e Francoforte. Tecnicamente si tratta dell’avvio di una fase di ‘toro’ ma bisogna ricordare che tutte le Borse europee, anche dopo questi rimbalzi, sono sotto di oltre il 20% dai massimi del 2020.

13.21 – MILANO SEMPRE DAVANTI A TUTTI

Listini azionari del Vecchio continente sempre molto forti a metà giornata: in attesa degli esiti dell’Eurogruppo, Milano resta la Borsa più convinta al rialzo e si muove sopra una crescita di quattro punti (Ftse Mib +4,2%), con Francoforte in aumento del 4%, Londra (che oggi non sembra risentire troppo delle notizie sullo stato di salute del premier Johnson) e Madrid in rialzo del 3,7% e Parigi del 3,4%.

11.18 – TUTTA L’EUROPA PROSEGUE COL SEGNO PIÙ

Prosegue tra forti acquisti la seduta di Piazza Affari e degli altri mercati azionari del Vecchio continente: Milano resta la migliore con un aumento che ondeggia attorno al 4% dopo aver sfiorato la crescita di cinque punti percentuali e poi rallentare leggermente. Francoforte rimane a ruota con un aumento del 3,5% mentre Londra, Parigi e Madrid si muovono attorno a un rialzo di tre punti percentuali

10.17 – MILANO ALLUNGA IL PASSO

Le Borse europee confermano l’avvio positivo con il mercato che guarda all’Eurogruppo. L’indice d’area Stoxx 600 guadagna il 2,4% con finanziari, auto e componentistica che fanno da traino. Tra le singole piazze allunga ancora il passo Milano (Ftse Mib +4,6% a 17.827 punti) all’indomani del un maxi pacchetto di stimoli del governo per contrastare l’emergenza coronavirus. Francoforte guadagna il 3,81%, Parigi il 3,2%. Resta relativamente più cauta Londra (+2,8%) con il premier Boris Johnson in terapia intensiva a causa del Covid-19 mentre la sterlina recupera a 1,20.

9.15 – AVVIO IN DECISA CRESCITA PER TUTTA L’EUROPA

Avvio in deciso rialzo per le Borse europee in attesa dell’Eurogruppo. Francoforte segna una crescita del 3,86%, Parigi del 3,3% e Londra alle prime battute segna un aumento del 2,84%

9.12 – MILANO CONTINUA A GUADAGNARE

Piazza Affari dopo un avvio con il botto consolida il rialzo con il Ftse Mib che strappa a +4,02% a 17.727 punti all’indomani del pacchetto di stimoli economici messo in campo dal governo per contrastare l’emergenza legata al coronavirus. Tra i titoli migliori Diasorin (+7,97%) che entro aprile lancerà un nuovo test per per rilevare la presenza di anticorpi nei pazienti infettati da Covid-19. Di corsa anche Unicredit (+6,25%), Banca Generali (+5,95%).

9.05 – PIAZZA AFFARI PARTE FORTE

Piazza Affari parte in rialzo. Il primo Ftse Mib segna un +3,22% a 17.587 punti.