Lo spread e la Borsa italiana del 7 giugno 2019

Piazza Affari chiude positiva. Lo spread si raffredda e tocca i minimi da inizio maggio. Gli aggiornamenti in diretta dei mercati.

07 Giugno 2019 06.02
Like me!

Borsa italiana col segno più nella seduta del 7 giugno 2019. Dopo un’apertura a +0,35%, Piazza Affari è salita fino a +1,3% nel pomeriggio per chiudere a +0,9%. Bene la Juventus (+5%) in attesa del nuovo allenatore. Marginale di Fiat-Chrysler (-01,5%) dopo lo stop ai colloqui con Renault.

Ad agitare i mercati ci sono sempre le tensioni commerciali Usa-Cina, con il presidente Donald Trump che ha avvertito Pechino di un altro possibile aumento dei dazi, pur avendo definito gli sviluppi dei colloqui con la potenza asiatica «interessanti».

SPREAD IN CALO A 264 PUNTI

Lo spread Btp-bund è scivolato sotto i 260 punti raggiungendo i minimi da inizio maggio.

BORSE ASIATICHE IN ATTESA DELL’ACCORDO USA-MESSICO

I mercati asiatici sono in attesa degli sviluppi per un eventuale accordo commerciale tra Stati Uniti e Messico oltre che dei dati sulle tendenze del mercato del lavoro negli Usa. Mentre le piazze cinesi e quella di Hong Kong sono chiuse per festività, la Borsa di Tokyo si avvia a chiudere la settimana col segno più ed è in rialzo di circa mezzo punto percentuale, in scia con la chiusura positiva a Wall Street. Bene anche Sydney (+0,78%% a contrattazioni ancora aperte) mentre oscilla a cavallo della parità Mumbai.

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN TEMPO REALE

18.36 – WALL STREET IN RIALZO

Wall Street procede positiva. Il Dow Jones sale dell’1,03% a 25.986,06 punti, il Nasdaq avanza dell’1,66% a 7.742,13 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dell’1,12% a 2.875,55 punti.

18.20 – BORSE EUROPEE POSITIVE

Le Borse europee chiudono in rialzo. Parigi registra un +1,62% con il Cac-40 a 5.364 punti, Francoforte un +0,77% con il Dax a 12.045 punti. Londra segna invece un +0,99% con il Ftse 100 a 7.331 punti.

18.08 – LO SPREAD CHIUDE A 261

Lo spread tra Btp e Bund chiude a 261 punti base dopo essere sceso, durante la seduta di oggi, sotto quota 260 (ai minimi di un mese). Il differenziale resta comunque in deciso calo dai 272 i ieri. Il rendimento del Btp decennale è al 2,35%, sui minimi dal maggio 2018.

17.51 – CHIUSURA DELLA BORSA ITALIANA IN RIALZO

Piazza Affari chiude in rialzo. Il Ftse Mib sale dello 0,91% a 20.360 punti.

15.46 – EUROPA IN RIALZO CON WALL STREET, MILANO +1,3%

Le Borse europee si confermano positive dopo l’apertura di Wall Street con l’indice d’area Stoxx 600 che guadagna oltre mezzo punto percentuale mentre gli acquisti si concentrano su industriali, energia e titoli legati all’informatica. Sale Parigi (+1,46%) seguita da Milano (+1,3%) con lo spread tra Btp e bund che si raffredda ed è sotto i 260 punti base dopo i dati deludenti sulla creazione di posti di lavoro negli Usa, letti dagli investitori come “luce verde” a un taglio dei tassi d’interesse da parte della Federal reserve. Più caute Londra (+0,75%) e Francoforte (+0,58%), quest’ultima con la Bundesbank che ha tagliato le stime crescita. A Piazza Affari resta viva Mediaset (+2,94%) in attesa delle decisioni del cda sull’ipotesi di una holding con sede in Olanda e di un consolidamento della Spagna. In testa al listino la Juventus (+5%) in attesa del nuovo allenatore. Marginale Fca (-01,5%) dopo lo stop ai colloqui con Renault. Debole anche Fineco (-0,3%) dopo i dati della raccolta di maggio.

12.52 – EUROPA BEN INTONATA, A MILANO CORRE MEDIASET

Borse europee in netto rialzo dopo mezzogiorno: Londra guadagna lo 0,7% come Francoforte, mentre Parigi avanza dell’1,4% e Milano dell’1%. A Piazza Affari c’è la Juventus in luce (+4,3%) dopo le perdite del 6 giugno. Bene anche Saipem (+3%) in linea con il comparto dell’energia in Europa e dopo i buoni report di Jp Morgan e Kepler. In luce Mediaset (+2,4%) in seguito alla smentita della società di progetto di offerta pubblica sulle azioni di Mediaset Espana, sempre congelata alla Borsa di Madrid. Bene Exor (+2,7%) mentre è in flessione Fca (-0,3%) all’indomani del naufragio delle nozze con Renault (che invece ha girato in positivo a Parigi dove guadagna l’1,3%).

9.53 – BENE L’INDICE DELL’AREA EURO STOXX

L’indice d’area Euro Stoxx avanza dello 0,7%, trascinato dall’informatica (+1,2%). Volano infatti i semiconduttori: Asm +2%, Stm +1,4%. Bene anche l’energia (+1,2%) col petrolio in recupero: TechnipFmc che guadagna il 3% sul listino francese, seguita dall’italiana Saipem (+2,6%). A Francoforte corrono la tecnologia e i servizi finanziari di Wirecard (+2%) mentre cede Bayer (-0,5%). A Parigi in luce c’è Sanofi (+4%) grazie alla nomina del nuovo Ceo Paul Hudson, mentre è in affanno Orange (-0,3%). A Londra sale la sanità di Nmc Health (+2,3%).

9.19 – APERTURA IN RIALZO ANCHE PER LE BORSE EUROPEE

In rialzo i mercati europei: Parigi guadagna lo 0,4%, Francoforte lo 0,42% e Londra a pochi minuti dall’avvio delle contrattazioni sale dello 0,52%

9.00 APERTURA BORSA MILANO IN RIALZO

La Borsa di Milano apre in rialzo dello 0,35% a quota 20.248 punti.

8.20 – CHIUSURA BORSA TOKYO IN RALZO

La Borsa di Tokyo termina l’ultima seduta della settimana in territorio positivo, trainata dalla chiusura in rialzo a Wall Street e le aspettative di uno sviluppo favorevole alle negoziazioni ancora in corso tra Usa e Messico, per impedire l’applicazione di nuovi dazi. Il Nikkei segna un rialzo dello 0,53% a quota 20.884,71, aggiungendo 110 punti. Sul mercato valutario lo yen perde terreno sul dollaro a 108,30, e poco sopra quota 122 sull’euro.

2.16 – APERTURA TOKYO IN RIALZO

La Borsa di Tokyo avvia l’ultima seduta della settimana col segno più, seguendo la chiusura positiva a Wall Street, sulle aspettative di sviluppi positivi alle negoziazioni tra Usa e Messico per impedire l’introduzione di nuovi dazi. Il Nikkei avanza dello 0,43% a quota 20.863,69, aggiungendo 89 punti. Sul mercato valutario lo yen perde terreno sul dollaro a 108,40 e si indebolisce a 122,20 sull’euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *