Borsa italiana e spread di oggi 28 maggio 2019 in tempo reale

Borsa italiana e spread di oggi 28 maggio 2019 in tempo reale

Milano in negativo a -1%. Differenziale Btp Bund a 287 punti. In ribasso i titoli bancari. Male anche Fca. Contrastati i listini europei. I mercati in diretta.

28 Maggio 2019 04.08

Like me!

Giornata potenzialmente difficile per la Borsa di Milano, dopo aver avviato la settimana in ribasso. Nella seduta del 28 maggio l'indice Ftse Mib ha aperto sotto la parità (-0,07%) per peggiorare subito e toccare a metà mattina -1%.

A Piazza Affari soffrono le banche con lo spread tra Btp e Bund a 285 punti: Fineco (-3%), Mps (-2,9%), Unicredit (-2,1%), Ubi (-2%) e Intesa (-1,9%). In calo anche Fca (-1,2%) come Renault a Parigi (-0,4%). Bene Tim (+1%) e Amplifon (+0,8%). Contrastate le Borse europee: Madrid (-0,09%), Londra +0,4%, Parigi (+0,06%) e Francoforte (-0,01%).

SPREAD BTP BUND IN SALITA

Lo spread Btp Bund è a 285 punti, dopo aver sfiorato quota 290 nei primi scambi. Il differenziale è arrivato a 289 punti base in un mercato che guarda alla possibilità di uno scontro fra l'Italia e l'Unione europea sui conti pubblici (nella giornata precedente aveva chiuso 282 punti).

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN TEMPO REALE

10.20 – PIAZZA AFFARI PROSEGUE IN RIBASSO

La Borsa di Milano peggiora e tocca il -1%, a 20.159 punti, peggiore piazza in Europa: Londra +0,4%, Parigi +0,06%, Francoforte -0,01% e Madrid -0,09%.

09.55 – LISTINI EUROPEI VOLATILI NEI PRIMI SCAMBI

Le Borse europee sono volatili e dopo un avvio con piede positivo si portano in negativo, tranne Londra (+0,2%). La peggiore è Milano (-0,6%), ma è debole anche Madrid (-0,3%) mentre oscillano a cavallo della parità Parigi e Francoforte. In tutta Europa a soffrire è la finanza. Se infatti l'indice d'area Euro Stoxx è piatto, il comparto di banche e assicurazioni ha la maglia nera (-0,3%), con le banche italiane che sono più in affanno: Unicredit (-2,3%), Fineco (-1,8%) e Intesa (-1,4%). L'ipotesi di fusione tra Fca e Renault annunciata ieri mette il turbo a tutto settore (+0,6%), con Peugeot che guida i rialzi (+1,6%), seguita da Volkswagen (+0,7%), Bmw (+0,6%) e Porsche (+0,4%). Piatte Ferrari e Fca, in ribasso Renault (-0,2%) dopo i balzi di ieri.

09.41 – MILANO PEGGIORA LE PERDITE

La Borsa di Milano si porta subito in netto negativo a pochi minuti dall'avvio delle contrattazioni (-0,5%). A Piazza Affari sono pesanti le banche: Unicredit (-2,2%), Intesa (-1,5%), Fineco (-1,7%), Ubi (-0,9%), Banco Bpm (-1,1%) e Mediobanca (-1,1%). Anche Mps, fuori dal paniere dei titoli a maggiore capitalizzazione, cede (-1,9%). Deboli anche Azimut (-1,7%) e Unipol (-0,9%). Scivola Fincantieri (-1,4%) dopo il buon risultato di ieri. In netto rialzo invece Mediaset (+0,4%) con Juventus (+0,48%) e Ferragamo (+0,5%). Bene anche Tim (+0,5%). Fca dopo il rally di ieri rallenta un po' il passo ma resta comunque in positivo (+0,32%). Sale Astaldi (+4,4%) e cede Salini (-0,4%) nel giorno di indiscrezioni di un'ipotesi di intesa sulla governance del cosiddetto Progetto Italia tra Salini e Cdp. C

09.31 – RENAULT VOLATILE IN BORSA

Renault è volatile in Borsa a Parigi. Il titolo ha esordito in positivo (fino a +1,5%) per poi indebolirsi (-0,16%) e riportarsi poco dopo a cavallo della parità. (ANSA).

09.16 – APERTURA BORSE EUROPEE IN POSITIVO

I mercati di Borsa europei sono positivi in apertura. Londra guadagna circa lo 0,2% nel primo giorno di contrattazioni dopo il voto Ue (ieri il London Stock Exchange era chiuso per festività). Bene anche Parigi (+0,13%) e Francoforte (+0,24%).

09.11 – FCA SUBITO IN RIALZO A PIAZZA AFFARI

Esordio in rialzo per il titolo di Fca a Piazza Affari, dove guadagna l'1,5% a 12,5 euro. Ieri, dopo l'annuncio del progetto di fusione con Renault, il titolo aveva chiuso in forte aumento (+7,9%).

09.00 – APERTURA BORSA DI MILANO SOTTO LA PARITÀ

La Borsa di Milano apre in terreno negativo ma poco variata, con il Ftse Mib a quota 20.348 punti (-0,07%).

08.28 – CHIUSURA POSITIVA PER LA BORSA DI TOKYO: +0,37%

La Borsa di Tokyo termina la seduta in rialzo, con gli investitori che guardano con ottimismo alla possibilità di un accordo commerciale tra Giappone e Stati Uniti al termine della visita di Stato del presidente americano Donald Trump a Tokyo. Il Nikkei guadagna lo 0,37% a quota 21.1260,14, aggiungendo 77 punti. Sui mercati delle valute lo yen si mantiene stabile a 109,50 sul dollaro, e a 122,40 sulla moneta unica

07.35 – ALIBABA VALUTA LA QUOTAZIONE SECONDARIA A HONG KONG

Il colosso cinese dell'e-commerce Alibaba valuta la quotazione secondaria alla Borsa di Hong Kong attraverso un'operazione da 20 miliardi di dollari. A dare la notizia l'agenzia Bloomberg.

06.55 – NISSAN E MITSUBISHI VOLANO

Le nozze annunciate tra Renault ed Fca fanno volare alla Borsa di Tokyo i partner nipponici della casa francese. Nissan e Mitsubishi vedono i titoli balzare, rispettivamente del 2,43% (a 766 yen) e del 4,31% (a 508 yen). Nissan, scrive il Nikkei, segue con attenzione l'evoluzione delle trattative, nonostante le ultime turbolenti relazioni con Renault. Se dovesse prendere forma il polo italo-francese delle quattro ruote, Nissan avrebbe più margini per chiedere cambiamenti al Restated Alliance Master Agreement, l'accordo che definisce i termini della loro partnership bilaterale.

06.34 – APERTURA POCO MOSSA PER LE BORSE CINESI

Le Borse cinesi aprono poco mosse e contrastate: l'indice Composite di Shanghai cede nelle prime battute lo 0,07%, a 2.890,26 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,06%, a quota 1.534,42.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *